Samaden: “Inter cambia proprietà, non apporto! I 4 esordi…”

Articolo di
20 dicembre 2016, 00:12
Samaden

Roberto Samaden – Direttore del Settore Giovanile dell’Inter -, intervenuto durante la festa di Natale organizzata per l’area di sua competenza, apre le danze per ricordare quant’è importante per la società il lavoro fatto a livello giovanile

I GIOVANI PROTAGONISTI – Si sta per chiudere un 2016 ricco di soddisfazioni per l’Inter targata Roberto Samaden: «Siamo quasi in 700 qui, tra ragazze, ragazzi, allenatori, staff e tutte le persone che lavorano quotidianamente per il nostro Settore Giovanile. Ci tengo a ringraziare la Società per il supporto che da anni ci viene dato. Sono cambiati presidenti e proprietà, ma non è mai cambiato l’apporto verso il mondo dei giovani».

I RINGRAZIAMENTI – «Ringrazio Steven Zhang per essere qui, ringrazio Bedy Moratti, mister Stefano Pioli e tutto il management che ci è vicino ogni giorno. Ringrazio ovviamente tutti i ragazzi che scendono in campo perché, al di là dei risultati, cercano sempre di dare il massimo per la maglia nerazzurra».

I QUATTRO ESORDI STAGIONALI – «Vincere è importante, ma è ancora più importante riuscire ad arrivare nel calcio professionistico. Quest’anno abbiamo avuto già quattro esordi in Prima Squadra: Senna Miangue, Andrea Pinamonti e Axel Bakayoko, oltre a mister Stefano Vecchi».