Samaden: “Felice dei successi dell’Inter, ripartiamo da qui”

Articolo di
6 luglio 2015, 18:23
samaden

Intervistato dai microfoni di Inter Channel, il Direttore del Settore Giovanile, Roberto Samaden, racconta da dove ripartirà la sua Inter per un’altra stagione alla ricerca di successi, sia sul piano sportivo sia su quello umano

RISULTATI RAGGIUNTI«E’ stata una grande stagione quella che si è conclusa, perché mai come quest’anno, abbiamo centrato gli obiettivi che ogni anno ci prefiggiamo e cioè il raggiungimento di titoli di squadra (Primavera e Giovanissimi Nazionali, ndr) e la possibilità di mettere giovani a disposizione di Roberto Mancini. Ovviamente c’è soddisfazione ed è frutto di un lavoro importante che dura da tanto tempo».

BLOCCO CONFERMATO«I risultati, dal mio punto di vista, sono frutto di una squadra che lavora con continuità. Se abbiamo perso qualche elemento è stato per coloro che sono saliti in Prima Squadra. Il primo passo è stato confermare per il prossimo biennio i responsabili, la squadra delle persone che coordinano il lavoro di tutti come Giuliano Rusca, Beppe Giavardi, Daniele Bernazzani, Roberto Niccolai e Gigi Casiraghi, la squadra di persone che fa la differenza. Gli allenatori saranno confermatissimi tutti, l’unico che abbandonerà il campo sarà Paolo Migliavacca, che sarà il nuovo coordinatore tecnico e e responsabile dello scouting dell’attività di base. La Primavera sarà affidata a Stefano Vecchi, la Berretti a Salvatore Cerrone, gli Allievi Nazionali a Mario Corti, che proseguirà il lavoro fatto quest’anno con i ’99, Benoit Cauet scenderà a prendere gli Allievi 2000, Stefano Bellinzaghi confermatissimo con i Giovanissimi Nazionali 2001, Marco Mandelli con i 2002 e Marco Sala salirà a prendere i Giovanissimi C».

UN PENSIERO PER THOHIR – In bocca al lupo a tutti per la prossima stagione, a partire dai Giovanissimi Nazionali freschi campioni d’Italia, che domani saranno ospiti all’Expo in una location del tutto particolare: «Siamo molto felici di poter andare in un contesto nuovo a festeggiare nel padiglione dell’Indonesia un grande titolo. Ringraziamo il presidente di questa possibilità».

Facebooktwittergoogle_plusmail