Primavera: pareggio contro il Cesena, ma l’Inter festeggia

Articolo di
2 maggio 2015, 17:03
Primavera

 Allo stadio Breda di Sesto San Giovanni la Primavera interista pareggia contro il Cesena. I ragazzi di Stefano Vecchi, già qualificati per la fase finale del campionato, le Final Eight, si giocavano oggi la matematica vittoria nel Girone B. La partita ha permesso al Mister di provare alcuni giocatori che l’anno prossimo entreranno in pianta stabile nella Primavera.

PAREGGIO E PRIMATO – Dopo un primo tempo privo di emozioni, l’Inter rientra in campo decisa a portare a casa il risultato. Fra i più pericolosi spicca Correia, soprannominato Zè Turbo: le sue accelerazioni permettono al reparto avanzato nerazzurro di sorprendere gli avversari. Ma oggi i giovani interisti sembrano avere difficoltà a trovare la via del gol. Nei primi venti minuti Correia, AppiahSteffè impegnano il portiere avversario, ma senza fortuna. Al 63′ un esausto Appiah lascia il posto a Ventre: pochi minuti dopo è proprio l’attaccante ad avere l’occasione per portare in vantaggio i suoi, ma il suo tiro sorvola la traversa. Nel finale il Cesena si rende pericoloso, poi Rapaic, subentrato al posto di Delgado, entra in area e cade dopo un contatto con un difensore avversario, ma l’arbitro lo ammonisce per simulazione. La partita termina così a reti inviolate, ma l’Inter festeggia il primato matematico del girone.

INTER: 1 Radu; 2 Gyamfi, 5 Sciacca, 6 Yao, 3 Lomolino; 8 Steffè, 4 Palazzi, 10 Rocca; 7 Gomes Delgado; 9 Correia, 11 Appiah.

A disposizione: 12 Costa, 13 Della Giovanna, 14 Popa, 15 Santos, 16 Crosato, 17 Bonetto, 18 De Micheli, 19 Tchaoule, 20 Ventre, 21 Rapaic.

Allenatore: Stefano Vecchi

CESENA: 1 Iglio; 2 Venturini, 5 Gabrielli, 6 Pompei, 3 Fabbri; 8 Ferretti (15′ Gasperi), 4 Gaiola; 7 Zamagni, 10 Severini, 11 Mordini; 9 Moncini.

A disposizione: 12 Carroli, 13 Magrini, 14 Fagioli, 15 Gasperi, 16 Pierfederici, 17 Marioana, 18 Raffini, 19 Vitellaro, 20 Bartolini, 21 Soliman.

Allenatore: Giuseppe Angelini