De Rossi: “Inter impressionante, arriverà in fondo. La Roma…”

Articolo di
2 ottobre 2016, 14:28
Alberto De Rossi

Alberto De Rossi – allenatore della Roma Primavera -, intervistato dai microfoni di “Sportitalia” al termine di Roma-Inter del Campionato Primavera – Girone C, è oltremodo soddisfatto della prestazione dei suoi ragazzi con l’Inter, per la quale non mancano lodi in vista della lunga stagione Primavera

INTER E ROMA TOP – Per Alberto De Rossi la vittoria odierna è una vera impresa: «Sottolineiamo la forza dell’Inter: i suoi giocatori soprattutto a livello fisico, tecnico e in velocità sono eccezionali, sono forti e non avevano mai preso gol avendo vinto tutte le partite. L’Inter mi ha impressionato, nonostante la nostra vittoria: arriverà in fondo, speriamo insieme a noi. La Roma ha abbandonato il livello giovanile e ha fatto una partita da adulti, da calcio vero: i miei ragazzi sono stati di una maturità incredibile, non hanno perso la testa e hanno superato ogni avversità vincendo meritatamente una partita che si era messa molto male. Inter e Roma sono due grandi squadre e arriveranno sicuramente in fondo. L’Inter è fortissima e molto organizzata, pericolosa soprattutto nell’uno contro uno, ma nel momento topico della gara la Roma si è messa sotto, si è ricompattata e ha fatto una partita da adulti».

SINGOLI EPISODI – «Dalla panchina guardiamo la gara e interveniamo dove serve: Keba era esausto, serviva uno che entrasse tra le linee avversarie e per questo ho messo Franchi, che ci ha dato la brillantezza per portare a casa la vittoria. Ci sono stati due falli ravvicinati tra Soleri e Vanheusden: l’ultimo di Soleri non mi era sembrato un fallo scorretto nonostante avesse colpito l’avversario, non c’era cattiveria. In panchina non abbiamo ancor un sostituto di Soleri, io non vedo un calcio senza punta centrale, però Keba ha fatto quello che ha potuto e a fine primo tempo potevamo segnare di nuovo. Abbiamo difeso molto bene tranne per due-tre minuti, quando Crisanto ha fatto un paio di miracoli».

Facebooktwittergoogle_plusmail
The following two tabs change content below.
Andrea Turano
Nato nell’era Bagnoli, ma svezzato da Simoni, vive la sua vita in nero e azzurro. Parla di Inter ventiquattro ore al giorno, nel tempo libero si limita a scrivere, sempre di Inter. Sogna di lasciare un ricordo indelebile nella storia della Beneamata, come Arnautovic. E’ un tifoso sfegatato come tanti, ma obiettivo come pochi.