Spalletti, la rivoluzione Inter parte dalla difesa: cambia tutto

Articolo di
8 luglio 2017, 23:12
Spalletti

Se da una parte i tifosi lamentano un mercato apparentemente fermo, dall’altra ci si sta muovendo sotto traccia per rivoluzionare l’intera rosa a disposizione di Spalletti, a partire dal pacchetto arretrato

RIVOLUZIONE IN DIFESA – L’Inter ripartirà dalla difesa a quattro come assetto di base, senza dimenticare la variante in corsa a tre. Per quanto riguarda i nomi, però, bisognerà ancora attendere le prime vere mosse di mercato. Finora, alla voce “acquisti”, figura solo Milan Skriniar, teoricamente nuovo titolare nel cuore della difesa nerazzurra al posto di Gary Medel, prossimo alla cessione. Il classe ’95 slovacco arrivato dalla Sampdoria al momento farebbe coppia con l’esperto Joao Miranda, in una linea a quattro completata sulle fasce da Danilo D’Ambrosio e Cristian Ansaldi, rispettivamente terzino destro e sinistro dell’ultima Inter. Mentre il centrale brasiliano, in caso di permanenza, potrebbe lottare per una maglia da titolare con/come l’ultimo arrivato, i due terzini si avviano a lasciare il proprio posto a profili migliori, seguiti personalmente da Walter Sabatini, noto per scommettere soprattutto sugli esterni bassi low cost e low profile, che spesso risultano essere acquisti azzeccatissimi.

MURILLO MUOVE LE PEDINE – A farne le spese, oltre al già citato Medel – che saluterà come già fatto da Marco Andreolli (approdato al Cagliari dopo la scadenza del contratto) e Trent Sainsbury (tornato al Jiangsu Suning per fine prestito) -, il rientrante Andrea Ranocchia, i giovani jolly Eloge Yao e Isaac Donkor (coetaneo di Skriniar) in mezzo, con i terzini Davide Santon e Yuto Nagatomo. Resta in bilico il solo Jeison Murillo, che si trova nel limbo del mercato: da una parte è sul mercato, in quanto rappresenterebbe una plusvalenza interessante in caso di offerta sui 20 milioni di euro, cifra che verrebbe reinvestita per un centrale difensivo più esperto, affidabile e soprattutto continuo; dall’altra parte è tra quei giocatori in cerca di rilancio, perché Luciano Spalletti sa che nell’ultima stagione ha dato poco e potrebbe fare il salto di qualità se stimolato nella maniera ideale. Dalla possibile cessione di Murillo si delineerà il mercato dell’Inter in difesa: si attendono un terzino destro titolare, un terzino sinistro titolare e un centrale difensivo navigato… forse due.