Ottimismo de Boer, ma il campo ha parlato: basta orrori!

Articolo di
23 agosto 2016, 19:06
la frase del giorno

L’Inter è crollata malamente alla prima giornata contro il Chievo, ma i nerazzurri sono pronti a rifarsi nelle prossime gare, magari migliorando nettamente la condizione fisica. Analizziamo il tema tramite le parole odierne di Frank de Boer con la rubrica “La frase del giorno sull’Inter”

LE PAROLE DI DE BOER
– «Fisicamente non siamo ancora pronti per concretizzare quello che abbiamo in mente e proprio per questa ragione ho scelto un sistema di gioco già conosciuto, che potesse darci qualche certezza in più. I miei giocatori migliori non hanno giocato nemmeno un’amichevole durante la preparazione e adesso devono tornare in forma in fretta, con il campionato che intanto ha già avuto inizio. Non è certo una situazione normale. Non succede comunque solo a noi, ma a tutte le squadre che hanno in organico calciatori reduci dall’Europeo o dalla Coppa America. L’esempio perfetto viene dal centrocampo di questa sera (domenica, ndr): un nazionale argentino, uno cileno e uno italiano».

DE BOER, TATTICA E CONOSCENZA – Non è ancora l’Inter di Frank de Boer. Le gambe non girano, il tecnico non sembra conoscere al meglio gli uomini a sua disposizione e il risultato è stato inevitabilmente la sconfitta. Ora toccherà al nuovo tecnico dare in allenamento le giuste idee tattiche ai suoi, così come la condizione atletica. Per non rivivere il match orrendo contro il Chievo, bisogna lavorare e non sbalgiare: il ritorno alla difesa a 4 sembra obbligato.

Facebooktwittergoogle_plusmail
The following two tabs change content below.
Alessandro Basta

Alessandro Basta

Alessandro Basta ha 19 anni e vive a Cosenza, dove è nato. Inizia a scrivere a 13 anni per un piccolo forum sportivo, per poi proseguire la sua attività di scrittura per un blog calcistico, in uno spazio dedicato interamente all’Inter, dove scrive editoriali. A 17 anni, arriva l’esperienza maggiormente formativa, presso InterCafè, blog in cui crescono contestualmente passione, ambizione ed esperienza rispetto alla scrittura sull’Inter. Tifoso interista fin dalla nascita, non potrebbe vivere senza.