Nota tattica di Juventus-Inter: il problema Cuadrado

Articolo di
12 dicembre 2017, 16:00
Cuadrado

“Nota tattica”, una rubrica che mira a sottolineare un dettaglio, in positivo o in negativo, dell’ultima partita dell’Inter, meglio se qualcosa di sommerso o particolare. Dopo Juventus-Inter parliamo delle difficoltà a contenere Cuadrado.

NEMESI – Juan Cuadrado è un giocatore che fin dai tempi della sua prima esperienza all’Udinese tende a esaltarsi quando vede il nerazzurro. Dopo aver deciso Juve-Inter un anno fa, nella sfida di sabato è stato una costante spina nel fianco per la difesa nerazzurra, che ha faticato molto, anzi diciamo troppo, a contenerlo.
Allegri ha puntato su poche e semplici idee per impostare la partita della sua Juventus: per l’attacco, in particolare, tutto o quasi era demandato a Cuadrado sulla fascia destra, che aveva molta libertà e molto campo. De Sciglio infatti, nominalmente terzino destro, ha giocato molto bloccato e basso, quasi da terzo centrale, come si vede da questa grafica presa dal profilo Twitter @11tegen11:


Notate le posizioni di De Sciglio e Khedira: Allegri li ha messi apposta a guardia di Perisic. Tornando a noi, Cuadrado si è trovato spesso e volentieri ad attaccare Santon, lasciato troppo solo in fase difensiva. Il risultato è stata una tortura per l’italiano: Santon sapeva di essere nettamente in svantaggio sul piano della velocità e ha sempre concesso al numero 7 bianconero spazio per crossare pur di non essere puntato.

IL RUOLO DI MANDZUKIC – In sè la strategia di lasciar crossare dalla trequarti un esterno avversario può anche essere accettabile, ma qui subentra la seconda mossa azzeccata di Allegri, vale a dire schierare Mandzukic come esterno sinistro, sulla fascia opposta al colombiano. Cuadrado sapeva di poter crossare sul secondo palo sostanzialmente in ogni circostanza, perché il confronto tra il croato e D’Ambrosio era tanto, troppo sbilanciato a favore del bianconero in termini di altezza e fisicità, e quindi ogni cross sarebbe stato suo. Non a caso Mandzukic ha prodotto 7 tiri, compresa una traversa. Cuadrado invece è arrivato a 9 cross, come si vede in questa grafica Squawka:

Si vede benissimo che il bersaglio è praticamente sempre lo stesso.






ALTRE NOTIZIE