Nota tattica di Inter-Genoa: l’esordio di Karamoh

Articolo di
26 settembre 2017, 12:30
Karamoh

“Nota tattica”, una rubrica che mira a sottolineare un dettaglio, in positivo o in negativo, dell’ultima partita dell’Inter, meglio se qualcosa di sommerso o particolare. Dopo Inter-Genoa parliamo di Yann Karamoh.

LAMPO – Inter-Genoa non è stata una gran partita, e i nerazzurri per quasi tutti i novanta minuti hanno confermato i limiti visti e rivisti contro squadre che fanno densità. L’unico lampo di diversità è arrivato grazie all’esordio con l’Inter e in Serie A di Yann Karamoh.
Il giovane francese è entrato al minuto 72 al posto di Borja Valero, e come si vede dalla sua heatmap presa da Whoscored si è messo nel suo “ufficio” sulla fascia destra:

I suoi numeri parlano di 15 tocchi, 5 passaggi col 100% di realizzazione, 4 falli subiti che hanno portato a ben tre cartellini (due gialli e un rosso), un tiro nello specchio di sinistro, al volo, da fuori area da cui è nato il corner che ha portato al gol di D’Ambrosio. Ma quel che più rimane impresso è che per la squadra e soprattutto per i tifosi Karamoh è stata una scossa elettrica, una pura iniezione di energia sulla fascia.

DIVERSITA’ UTILE – Una parte dell’effetto è sicuramente dovuto all’assuefazione a cui ormai ci ha portato la titolarità assoluta, senza alternative, di Antonio Candreva sulla fascia destra. Un giocatore che ha di sicuro delle qualità, ma anche estremamente piatto nelle sue idee sempre uguali. Karamoh in 18 minuti ha fatto tutto quello che Candreva, per mille motivi, non fa mai o quasi. Con la sfrontatezza della gioventù e la testa libera, il francese ha pensato solo a puntare l’uomo che aveva davanti sfruttando le sue doti migliori: velocità e controllo di palla. La cosa inaspettata, oltre come detto alla personalità, è stato il fisico. Karamoh ha dimostrato di avere una struttura formata, utile a fare a sportellate coi difensori, e nessuna paura di usarlo.
I difensori del Genoa, che probabilmente vedevano già un punto guadagnato in classifica, pur in così poco tempo sono usciti di testa a vedere un atteggiamento tanto irriverente, e hanno iniziato a entrare duro. Karamoh di sicuro non si è fatto intimidire, altro ottimo segno.