Nota tattica di Inter-Crotone: la fase difensiva

Articolo di
17 novembre 2016, 18:00
Stefano Vecchi Inter-Crotone

“Nota tattica”, una rubrica che mira a sottolineare un dettaglio, in positivo o in negativo, dell’ultima partita dell’Inter, meglio se qualcosa di sommerso o particolare. Dopo Inter-Crotone si parla della fase difensiva.

BENE IN DIFESA – L’Inter di de Boer è stata criticata soprattutto per la sua fase difensiva. Spesso infatti in questa stagione l’Inter ha dato idea di poca coesione e ha avuto grosse difficoltà a coprire gli spazi, concedendo a più riprese voragini per le ripartenze avversarie. Questione di scelte particolari di gioco dell’ormai ex tecnico, che chiedeva tanto possesso, squadra alta e una concentrazione generale che spesso è mancata.
Contro il Crotone, nella prima stagionale in campionato senza de Boer, l’Inter ha fatto numeri alla mano la sua miglior prestazione difensiva della stagione. Una medaglietta che Stefano Vecchi può appuntarsi sul petto.

NESSUN TIRO – Il primo dato da sottolineare è che il Crotone ha prodotto solo 4 tiri, di cui nessuno in porta. Certo, non parliamo del Barcellona, ma l’Inter ha affrontato anche Pescara, Empoli, Palermo, Bologna e Sampdoria (giusto per citare le squadre in fondo alla classifica) e non è andata esattamente così. La squadra insomma è riuscita a bloccare le iniziative degli avversari, non concedendo nemmeno le dolorose ripartenze ormai tristemente famose tra i tifosi, riuscendo a coprire il campo con marcature preventive

RECUPERO ALTO – Guardando i tackle effettuati dagli uomini di Vecchi nella grafica di StatsZone si nota come il recupero palla sia spesso avvenuto alto, addirittura nella metà campo avversaria. I giocatori del Crotone si sono avvicinati pochissimo all’area di Handanovic, primo step indispensabile per subire meno tiri possibili:

Facebooktwittergoogle_plusmail
The following two tabs change content below.
Giulio Di Cienzo

Giulio Di Cienzo

Giulio Di Cienzo, nasce a Milano e si costruisce negli anni una passione per il calcio equamente divisa tra razionalità e passione. La parte più calda sta in Sudamerica, l’unico tifo è per l’inter.