Nota tattica di Inter-Cagliari: i cross sbagliati

Articolo di
17 ottobre 2016, 17:59
Candreva

“Nota tattica”, una rubrica che mira a sottolineare un dettaglio, in positivo o in negativo, dell’ultima partita dell’Inter, meglio se qualcosa di sommerso o particolare. Dopo Inter-Cagliari parliamo del gioco sugli esterni.

ERRORI – Inter-Cagliari è stata una partita chiaramente segnata da ambiente ed episodi. Ma di sicuro per un tempo l’Inter ha giocato bene, mettendo in campo il controllo della partita che vuole de Boer. Quello che è mancato è stato tutto in fase di finalizzazione, che non è affatto un dettaglio.

IL GIOCO SUGLI ESTERNI – «Non mi ricordo nella mia carriera tanti cross nel solo primo tempo» ha dichiarato proprio de Boer nel post partita. Ed è una frase che fotografa bene quello che ha fatto la sua squadra sul campo.
Nelle partite casalinghe il canovaccio che l’Inter affronta è quasi sempre lo stesso: avversari con baricentro basso che fanno molta densità in mezzo al campo per spostare il gioco sulle fasce, dove è più facile limitare gli avversari. De Boer già di suo tende a sviluppare il gioco della sua squadra sugli esterni, quindi in un certo senso ha deciso di spingere sull’acceleratore. L’Inter contro il Cagliari ha giocato moltissimo sulle due ali Candreva e Perisic, mandando spesso anche i due interni di centrocampo a supporto, costruendo triangoli che spesso hanno portato al cross da zone interessanti del campo.
Il problema, dicevamo, è che gli esterni hanno sbagliato praticamente sempre l’ultimo passaggio, vale a dire il cross:


IMPRECISIONE CLAMOROSA – La statistica di FourFourTwo parla di 5 cross giusti su 45 tentativi. Il gol di Joao Mario, tra l’altro, nasce da uno dei pochi passaggi azzeccati e porta la firma di Perisic.
Una statistica impietosa, che nasconde sicuramente problemi di presenza in area (come sottolineato da de Boer nel post partita), ma soprattutto un coefficiente incredibile di imprecisione da parte dei crossatori. In negativo si segnala Candreva, che su 17 tentativi ne ha azzeccati solo 3, di cui uno da corner.

Facebooktwittergoogle_plusmail
The following two tabs change content below.
Giulio Di Cienzo

Giulio Di Cienzo

Giulio Di Cienzo, nasce a Milano e si costruisce negli anni una passione per il calcio equamente divisa tra razionalità e passione. La parte più calda sta in Sudamerica, l’unico tifo è per l’inter.