Nota tattica di Crotone-Inter: il blocco difensivo del Crotone

Articolo di
14 aprile 2017, 12:00
Pioli

“Nota tattica”, una rubrica che mira a sottolineare un dettaglio, in positivo o in negativo, dell’ultima partita dell’Inter, meglio se qualcosa di sommerso o particolare. Dopo Crotone-Inter parliamo del blocco difensivo dei padroni di casa.

ANCORA PROBLEMI A FINALIZZARE – Crotone-Inter ha evidenziato diversi problemi nella squadra di Pioli. Un probema è stata sicuramente la scarsa capacità di finalizzare il gioco, come già visto contro la Samp, aggravato dal livello degli avversari che sono una delle peggiori difese del campionato con 51 gol subiti, di cui 23 in casa. L’Inter in totale ha prodotto 17 tiri e 7 corner, ma non è riuscita a ribaltare la partita.

BLOCCO DIFENSIVO – Il gioco dell’Inter è stato in generale poco efficace ed ha trovato grosse difficoltà a superare il blocco difensivo del Crotone. Chiaramente il disastroso primo tempo con 2 gol al passivo ha favorito la tattica dei padroni di casa, che nel secondo tempo hanno sostanzialmente gestito il vantaggio affidandosi a poche ripartenze. In totale dei 220 passaggi del Crotone meno della metà sono arrivati nella seconda frazione:

L’Inter malgrado 579 passaggi totali e il 71,7% di possesso, sostanzialmente è andata a scontrarsi contro un muro, trovando la rete solo su angolo. Nella grafica di StatsZone si vede bene come il Crotone abbia chiuso la sua area, respingendo gli attacchi diretti nerazzurri:

Evidente anche la colpevole assenza della fascia sinistra nello sviluppo del gioco.