Mancini e l’addio: Pioli ha costruito sulle sue macerie

Articolo di
21 marzo 2017, 23:19
la frase del giorno 2017_3

L’addio tardivo di Roberto Mancini ha fatto molto rumore la scorsa estate. Il tecnico quest’oggi è tornato su quella decisione e sul progetto dell’Inter. Analizziamo le parole dell’allenatore con la rubrica “La frase del giorno sull’Inter”

LE PAROLE DI MANCINI «Sono dispiaciuto di aver buttato un anno e mezzo del mio lavoro perché poi i lavori vanno finiti però ci sono stati un po’ di problemi, quando c’è un cambio di società e dei presidenti stranieri non è poi così facile capire. Noi in quel momento lì avevamo bisogno di decidere velocemente quello che ci mancava per poter lottare per il campionato, io penso che avremmo potuto sicuramente per vincerlo però purtroppo le cose sono andate un po’ diversamente».

DA MANCINI A PIOLI – La scorsa estate l’Inter era immersa in un’irrimediabile confusione. La nuova proprietà e l’addio di Mancini, nonostante un buon mercato, hanno lasciato diverse incertezze, alimentate dalla gestione de Boer. Il tecnico di Jesi è il passato, ma il presente si chiama Stefano Pioli, colui che è riuscito a risollevare il gruppo senza scuse, ma attraverso il lavoro. A prescindere dalla posizione finale, l’Inter sembra finalmente sulla strada giusta per un futuro all’altezza del suo blasone.