L’Inter e i suoi giovani, Samaden traccia la via: sogno o realtà?

Articolo di
8 ottobre 2016, 22:23
la frase del giorno

Da diversi anni, l’Inter sta puntando con forza sui talenti provenienti dal suo settore giovanile. Roberto Samaden ha parlato quest’oggi dei progetti nerazzurri e dei possibili miglioramenti: analizziamo le sue parole con la rubrica “La frase del giorno sull’Inter”

LE PAROLE DI SAMADEN – «In tutta Europa si investe molto sui giovani, sulle strutture e sul medio-lungo periodo. In Italia siamo ancora indietro. A mio parere manca un collegamento diretto tra la Prima Squadra e le giovanili. La maggior parte della società europee ha costruito ‘Squadre B‘ e un ponte tra Prima Squadra e giovanili, ci sarà un motivo. Bisogna dare la possibilità ai ragazzi di giocare, non solo nelle amichevoli, ma anche nella gare più importanti. La Serie A è una lega molto equilibrata, per i giovani non è facile inserirsi. A volte abbiamo l’abitudine di allungare il percorso dei ragazzi prima di farli arrivare ad alti livelli».

PROGETTO SAMADEN: UTOPIA O REALTA’?Roberto Samaden ha espresso concetti molto importanti nella giornata di oggi. Il Direttore del Settore giovanile dell’Inter si augura un maggior minutaggio per i giovani, ma sembra difficile garantire questa possibilità in un campionato complicato come la Serie A con una maglia pesante come quella dell’Inter. In tal senso, la creazione delle Squadre B sarebbe fondamentale nel percorso di crescita di tutti i talenti.

Facebooktwittergoogle_plusmail
The following two tabs change content below.
Alessandro Basta

Alessandro Basta

Alessandro Basta ha 19 anni e vive a Cosenza, dove è nato. Inizia a scrivere a 13 anni per un piccolo forum sportivo, per poi proseguire la sua attività di scrittura per un blog calcistico, in uno spazio dedicato interamente all’Inter, dove scrive editoriali. A 17 anni, arriva l’esperienza maggiormente formativa, presso InterCafè, blog in cui crescono contestualmente passione, ambizione ed esperienza rispetto alla scrittura sull’Inter. Tifoso interista fin dalla nascita, non potrebbe vivere senza.