La rivincita di Santon: da invisibile a titolare grazie a de Boer

Articolo di
12 ottobre 2016, 17:02
la frase del giorno

Una delle sorprese di quest’inizio di stagione è Davide Santon. Il terzino si è imposto nelle gerarchie di Frank de Boer, diventando titolare dopo una brutta stagione agli ordini di Mancini. Analizziamo il tema con la rubrica “Una cartolina da casa Inter”

LE PAROLE DI SANTON – «De Boer ha portato all’Inter la mentalità che c’è in Premier League: bisogna correre, pressare, rinconquistare palla e poi pensare alla tattica. Se riusciremo a mettere in pratica quanto ci dice sono sicuro che arriveranno grandi risultati. Anche la gestione dei ritiri pre-partita è un tratto da Premier. In Inghilterra accade lo stesso: se uno è professionista sa quando deve andare in discoteca».

DE BOER RISCOPRE SANTON – Uno dei calciatori che ha beneficiato maggiormente dell’arrivo di de Boer sulla panchina nerazzurra è certamente Davide Santon. Il terzino ha ritrovato il posto da titolare, pur tra alti e bassi nel ruolo di terzino, a destra e a sinistra. Il rientro di Ansaldi potrebbe spingere il tecnico a nuove valutazioni, ma ora l’ex Newcastle si gode il momento: dal dimenticatoio con Mancini al campo con de Boer, con al centro le dinamiche di mercato, il passo è stato veramente breve.

Facebooktwittergoogle_plusmail
The following two tabs change content below.
Alessandro Basta

Alessandro Basta

Alessandro Basta ha 19 anni e vive a Cosenza, dove è nato. Inizia a scrivere a 13 anni per un piccolo forum sportivo, per poi proseguire la sua attività di scrittura per un blog calcistico, in uno spazio dedicato interamente all’Inter, dove scrive editoriali. A 17 anni, arriva l’esperienza maggiormente formativa, presso InterCafè, blog in cui crescono contestualmente passione, ambizione ed esperienza rispetto alla scrittura sull’Inter. Tifoso interista fin dalla nascita, non potrebbe vivere senza.