La frase del giorno sull’Inter – Duda, il trequartista mancato

Articolo di
23 novembre 2015, 23:22
la frase del giorno

Ondrej Duda nella giornata di oggi è tornato a parlare di Inter a qualche mese di distanza dal mancato approdo in nerazzurro. Analizziamo le sue importanti dichiarazioni con la rubrica “La frase del giorno sull’Inter”: gli scenari di calciomercato assumono spesso risvolti inaspettati

LE PAROLE DI DUDA«Mancavano solo due giorni al mio arrivo all’Inter. Il Legia aveva raggiunto un accordo, tutto era stato già deciso. Ho preparato la mia valigia. Avevo comprato un biglietto aereo, dovevo partire dopo due giorni. Il problema era il FPF. L’Inter ha avuto una sanzione inflitta dalla UEFA e non poteva permettersi l’acquisto. Nonostante ciò, avevano raggiunto l’accordo con il Legia. Il prezzo era già stato stabilito. L’Inter aveva deciso di pagarmi a rate. Sono stato praticamente un loro giocatore. Il giorno dopo, hanno cambiato idea, perché se pagato come Legia voleva, avrebbero ricevuto un’altra sanzione»

DUDA, IL TREQUARTISTA MAI ARRIVATOOndrej Duda rientra nel girone dei mancati arrivi in casa Inter. Alla base dell’esito negativo della trattativa motivi puramente economici, come sottolineato dallo stesso ragazzo con le dichiarazioni odierne. Il FPF impone certamente delle scelte restrittive rispetto agli arrivi e alle spese, ma la vicenda Duda conferma come l’Inter abbia preferito spendere alcune risorse per calciatori più pronti rispetto a giovani scommesse.