Joao Mario umilia Pogba: Inter, ora occhio a Mourinho!

Articolo di
10 luglio 2016, 23:59
cartolina euro inter

La clamorosa quanto meritata vittoria del Portogallo a Euro 2016 mette in luce il talento di Joao Mario – ormai primo obiettivo di mercato dell’Inter -, protagonista assoluto anche nell’oscurare lo juventino Pogba: analizziamo la sua prestazione attraverso la rubrica “Una cartolina da Euro Inter”

Joao Mario

PROFESSOR JOAO MARIO – Per definire il ruolo di Joao Mario servirebbe una conferenza stampa di Hector Raul Cuper e tutto sarebbe ancora meno chiaro: è un’ala? Forse no. E’ una mezz’ala? Potrebbe esserlo. E’ un mediano? Può farlo. E’ un regista? Anche. Il numero 10 del Portogallo ha piedi, corsa, visione di gioco e cervello, ma riesce anche ad abbinare tutto ciò a una grinta fuori dal comune: difende con intelligenza e ruba palla, serve i compagni e attacca con precisione. Centrocampista totale? Sicuramente, il classe ’93 portoghese è un vero professore in mezzo al campo. L’Inter fa bene a seguirlo, ma dopo la finale di Euro 2016 sarà difficile spuntarla a cifre decenti. Anzi, dopo aver umiliato il più mediatico Paul Pogba – coetaneo valutato il doppio secondo quanto emerso nelle ultime ore, 120 contro 60 milioni -, bisogna star attenti all’orgoglio patriottico di José Mourinho: il Manchester United è vicinissimo a riprendesi Pogba, ma con meno della metà dei soldi si regalerebbe Joao Mario. Che non sembra di valore inferiore, anzi.