Inter-Roma e un viaggio lungo 14 interminabili giorni

Articolo di
7 gennaio 2018, 20:45
Icardi Škriniar Perišić Inter-Atalanta

Mancano esattamente 14 giorni a Inter-Roma: sfida valida per la ventunesima giornata della Serie A 2017/2018. Il match di San Siro non sarà una partita qualunque sia per il recente passato delle due squadre, ma soprattutto per il futuro prossimo di entrambe

ESAME IN VISTA – Inter e Roma sono arrivate alla sosta in condizioni fisiche e mentali pessime. I nerazzurri con soli 3 punti e neanche una vittoria conquistata nelle ultime 5 sfide di campionato e i giallorossi con 5 punti in altrettante partite. Le due squadre appaiono involute e con qualche problema interno allo spogliatoio. In soccorso di entrambe è giunta la pausa, ma al rientro sono attese dallo scontro diretto del 21 gennaio.

VINCERE! – I club sono divisi da tre punti, ma la Roma ha la gara di “Marassi” contro la Sampdoria da recuperare. Potenzialmente quindi i giallorossi potrebbero raggiungere i nerazzurri. Converrete che la sfida di “San Siro” abbia un’importanza fondamentale per la stagione di entrambe. Chi vince può rilanciarsi provando una fuga sui diretti avversari, chi perde rischia di sprofondare non solo in classifica ma soprattutto a livello morale e sappiamo quanto i due spogliatoi siano fragili da questo punto di vista. Il pareggio? Beh, quello rimanderebbe ancora tutto non dando una scossa e favorirebbe la Lazio di Simone Inzaghi. Non esistono quindi altri risultati per gli uomini di Luciano Spalletti. Urge una vittoria.

ATTESA – Il problema è uno solo, ma grandissimo: i 14 giorni che ci separano da questa partita. Tanti, troppi soprattutto con il mercato di mezzo, i fiumi di inchiostro e parole che saranno spesi e il momento no dei nerazzurri. Come già detto la pausa può aiutare a ricaricare batterie mentali e fisiche, ma il tifoso ha voglia di rivedere la sua Inter in campo. Il titoso ha voglia di sostenerlarialzarsivincere. Ha fame. La stessa dovranno averla i giocatori nerazzurri in campo. Fino al match contro l’Udinese si è sognato un improbabile scudetto, poi il brusco risveglio. Ora si è tornati alla realtà e ai limiti di questa squadra, ma c’è un’occasione per rilanciarsi e avvicinare quella maledetta Champions League che manca da troppi anni.

NON PERDERSI – «Tutte le strade portano a Roma» dicevano i latini. «La strada per la Champions League passa dalla Roma» dico oggi. Il viaggio dura 14 giorni, l’importante per i nerazzurri è non sbagliare strada. L’Europa che conta chiama, Inter è arrivato il momento di arrivare a destinazione!