Inter-Frosinone ed uno 0-0 già scritto: la difesa non basterà

Articolo di
19 novembre 2015, 11:21
Inter in allenamento

Il match contro la Fiorentina ha fatto precipitare il Frosinone in fondo alla classifica, ma anche delle reti subite: fino ad allora poteva vantare buoni numeri in tal senso, con Leali quale portiere con più parate in A. Un match a reti inviolate è il rischio da sventare.

CERCASI GOL DISPERATAMENTE – Meno gol subiti della Lazio, appena due più del Milan e la miglior difesa fra le squadre di bassa classifica. In più può schierare uno dei migliori portieri del campionato, per media voto e numero di parate: la sua assenza con la Fiorentina si è fatta sentire eccome, visti i 4 gol subiti, di cui alcuni piuttosto evitabili. Leali ed il Frosinone rappresentano il più classico delle trappole per la capolista, che a San Siro non potrà accontentarsi di una grande difesa, facilitata anche dall’assenza del bomber Dionisi. Ecco dunque che sarà necessario aprire i varchi avversari con un palleggio veloce, gioco sugli esterni e fantasia in avanti. Fondamentale anche sfruttare i calci piazzati, fondamentali col Verona e Torino: in questo particolare i ciociari hanno statistiche che nei gol subiti li collocano fra i peggiori team del campionato.

Una grande difesa dunque non basterà, servirà molto di più: un gol magari nei primi minuti, per aprire subito il match.