Inter, cosa serve una Primavera coi fiocchi se non è una risorsa

Articolo di
11 marzo 2016, 11:31
mbaye

L’Inter ha ottenuto risultati straordinari da sempre ed in particolare con l’avvento del nuovo millennio, per quanto concerne la Primavera. Eppure fatica a risultare una vera risorsa da cui attingere.

ESEMPIO BOLOGNA – Domani sera a San Siro l’Inter riceverà parecchi ex Inter, di cui tre provenienti dalle Primavera come Crisetig, Mbaye e Destro. Se il regista ha faticato parecchio nel trovare spazio quest’anno, dopo le buone esperienze fra Crotone e Cagliari, si può parlare di una grande seconda metà di annata per Mbaye. Il terzino è diventato ormai punto fisso dell’undici di Donadoni, che eppure può vantare una grande abbondanza di laterali come Masina, Constant, Zuniga e Morleo.

Infine Destro, fra i maggiori talenti cresciuti nel vivaio e che mai hanno vestito la maglia nerazzurra. Due così, ma anche un buon regista come Crisetig, forse sono stati scaricati troppo in fretta.