Ecco chi è Jonathan Calleri

Articolo di
3 dicembre 2015, 10:36
Jonathan Calleri Boca Juniors

Il nome nuovo per il mercato di gennaio dell’Inter è Jonathan Calleri. Scopriamo insieme le caratteristiche della punta classe ’93 del Boca Juniors, grande protagonista dell’ultimo campionato argentino.

LA CARRIERA – Jonathan Calleri nasce a Buenos Aires nel 1993. Il suo debutto nel calcio professionistico arriva nell’All Boys e viene portato al Boca Juniors nel 2014 su espressa richiesta di Carlos Bianchi, un monumento in casa xeneizes. Nel corso della sua prima stagione trova sei gol in campionato e riesce a imporsi agli occhi del nuovo allenatore Arruabarrena, che nel 2015 lo sceglie come titolare. Calleri risponde con dieci reti in campionato, miglior marcatore della squadra, e quindici totali considerando le coppe.

CARATTERISTICHE – Da subito Calleri al Boca si è distinto per fame, voglia di lottare e fiuto del gol. Come caratteristiche è una punta mobile, forte fisicamente, portato alla corsa e al pressing. In campo si muove molto, soprattutto in profondità, fornendo sempre un’opzione di passaggio ai compagni. A livello di dribbling non è un funambolo, si segnala piuttosto per concretezza e per un tiro potente e preciso con entrambi i piedi. Molto abile a muoversi in area e letale sui palloni vaganti, il suo ruolo naturale è quello della punta, o da centravanti a fare da riferimento o a correre attorno a un elemento di classe e rifinitura, che al Boca rispondeva al nome di Tevez. Grazie alla sua mobilità riesce anche a fornire assist ai compagni allargandosi e cercando suggerimenti, pur non essendo un vero esterno.

PROSPETTIVE – Il salto in Europa ha sempre la sua percentuale di rischio, ma Calleri in Argentina probabilmente è già vicino al massimo che può ottenere. Per crescere definitivamente gli serve l’esperienza in un calcio diverso. In casa Inter può essere utile come riserva di Jovetic o Icardi nel ruolo di punta, andando in prospettiva a raccogliere l’eredità di Palacio. Ma essendo un giovane proveniente da un altro continente il suo impatto potrebbe non essere immediato.