Diawara rompe con il Bologna: sicuri che all’Inter non serva?

Articolo di
10 luglio 2016, 11:39
diawara

La notizia è destinata a rovinare presto i piani del calciomercato del Bologna: Amadou Diawara, piccola stella della squadra, non si è presentato al raduno, mandando un certificato medico come scusa ufficiale. Ma, come riporta Gianluca Di Marzio, alla base c’è una vera e propria rottura. Perché l’Inter non ci ha mai fatto un pensierino?

ROTTURA – L’anno scorso ha rappresentato una delle sorprese più piacevoli della Serie A. Diawara adesso è un uomo mercato ricercato da molte squadre ed il Bologna, stretto con le spalle al muro, cercherà quanto meno di monetizzare al massimo dalla sua cessione. Fino a qualche giorno fa, la volontà della società era di trattenerlo e di respingere le offerte, ma qualcosa è cambiata rapidamente. Amadou Diawara ha chiesto un adeguamento contrattuale che non è arrivato, oggi non si è presentato al ritiro e nei prossimi giorni lascerà il Bologna. Come conferma anche l’affare in entrata quasi concluso per l’ungherese Nagy, praticamente un alter ego del guineano.

ROMA E VALENCIA – Le squadre che hanno mosso i passi più decisi per averlo sono state Roma e Valencia. La seconda, in particolare, sembrava molto vicina al suo acquisto, con un’offerta di circa 15 milioni di euro recapitata al Bologna ed una irrinunciabile allo stesso Diawara. I rossoblù fecero però muro. La palla è poi passata alla Roma, che lo segue da molto tempo. Walter Sabatini sta facendo i conti con molte trattative in uscita (vedi Ljajic e Iago Falque) e deve prima concretizzarle, poi tornerà al suo assalto.

L’INTER? – L’anno scorso la critica che più è stata mossa, a ragione, a Roberto Mancini è stata quella di non aver messo al centro del progetto tecnico un regista vero e proprio. Medel, Felipe Melo, Kondogbia, Brozovic, chi è l’incaricato a far partire l’azione dell’Inter? Ad inizio mercato, quasi come un’ammissione di colpa è stato cercato in tutti i modi Lucas Biglia, senza successo. Claudio Lotito ha rinunciato a tutte le offerte ed il club nerazzurro ha praticamente rinunciato alla ricerca di un regista, concentrando gli sforzi solo sui vari Gabriel Jesus, Berardi e compagnia. Amadou Diawara è un classe 1997 che ha già dimostrato di saper giocare in Serie A, personalità da vendere e ottima tecnica di base. Non sarebbe l’uomo giusto anche per il progetto Suning?