Derby Inter-Milan a Bari: cosa si è visto di utile?

Articolo di
25 novembre 2015, 01:08
brozovic

L’Inter ha perso un altro derby amichevole, il terzo su quattro da luglio a oggi. Fortunatamente l’unica partita che contava contro il Milan è finita 1-0 con gol di Fredy Guarín, ma dalla seconda partita del triangolare di Bari sono uscite alcune indicazioni positive? Qualcosina di buono, in quarantacinque minuti dai ritmi molto blandi, si è visto.

SEGNALAZIONI – Il “Trofeo San Nicola” di certo non passerà alla storia e verrà dimenticato in breve tempo, anche per via della mancata diretta TV. L’ha vinto il Milan con due 1-0, mentre l’Inter dopo aver battuto i padroni di casa del Bari per 2-0 si è dovuta arrendere ai rossoneri. Per quanto riguarda il derby “in trasferta” Roberto Mancini ha riproposto la stessa formazione che pochi minuti prima aveva superato i pugliesi (3-5-2 il modulo), ottenendo un discreto riscontro in avvio perché dopo soli ventidue secondi Gyamfi ha sfondato sulla destra mettendo un buon pallone dentro l’area piccola che Rey Manaj, per questione di centimetri, non è riuscito a depositare in rete. L’Inter ha sfruttato spesso le fasce mentre il Milan ha preferito andare per vie centrali, cosa successa anche sul gol di Andrea Poli al 15′, un traversone di Nocerino da sinistra che l’ex di turno ha trasformato nel vantaggio con un inserimento in mezzo all’area in anticipo su Dodô. Tra le note positive, oltre al già citato Bright Gyamfi, c’è stato Marcelo Brozović, che al 19′ ha impegnato Abbiati con un destro a giro respinto non troppo agevolmente, nei minuti finali Mancini ha dato spazio anche ai tanti giovani della Primavera, cercando invano di trovare il pareggio contro un Milan che comunque non ha mai alzato il ritmo e spesso ha fatto errori di misura. La palla del pari ce l’ha avuta Pedro Delgado, solo che ha esitato un attimo di troppo a centro area facendosi rimontare dalla difesa rossonera.