Curva-Icardi, basta polemiche: ora conta solo il campo

Articolo di
18 ottobre 2016, 22:52
la frase del giorno

Mauro Icardi è stato protagonista di un vero e proprio caso con la curva Nord, dopo le polemiche a seguito della pubblicazione della sua autobiografia. Gli ultras quest’oggi hanno espresso di nuovo il loro pensiero, ma il caso sembra rientrato per il bene dell’Inter. Analizziamo il tema con la rubrica “La frase del giorno sull’Inter”

IL COMUNICATO DELLA CURVA
Per noi, come per chiunque altro (speriamo), il capitano dell’Internazionale dovrebbe essere un Simbolo. Esperienza, Carisma, Umiltà, Serietà ed Intelligenza. …Picchi – Facchetti – Mazzola – Bergomi – Zanetti… Praticamente l’antitesi di Icardi. Il comunicato della Società Inter non può quindi trovare il nostro accordo. Lo capiamo. Nelle logiche, nelle motivazioni. Ma non possiamo accettarlo. Non siamo però noi a dover decidere. Ad ognuno il proprio ruolo. L’abbiamo sempre chiesto. Com’è giusto che sia. Anche se crediamo che una Società come l’Inter, esulando dal nostro pensiero, non dovrebbe permettere ad un individuo come Icardi di indossare la fascia da capitano. Non perché lo dice la Curva, semplicemente per Etica e Rispetto. La nostra Storia, onestamente, meriterebbe qualcosa di meglio… Adesso però basta. Andiamo oltre a tutto e a tutti. E soprattutto a chi ha perso l’ennesima occasione di stare zitto. Tassativamente. Icardi è un capitolo chiuso. Non ne vogliamo più parlare ne sapere nulla.

CASO CHIUSO – Dopo due giorni ricchi di comunicati, polemiche e nervi tesi, il caso Icardi sembra finalmente essere rientrato. L’attaccante nerazzurro e la curva remeranno entrambi nella stessa direzione per il bene dell’Inter, ora la testa sarà completamente proiettata sui prossimi impegni. I nerazzurri ora non possono più sbagliare e ci sarà bisogno di tutte le componenti per il raggiungimento della vittoria.

Facebooktwittergoogle_plusmail
The following two tabs change content below.
Alessandro Basta

Alessandro Basta

Alessandro Basta ha 19 anni e vive a Cosenza, dove è nato. Inizia a scrivere a 13 anni per un piccolo forum sportivo, per poi proseguire la sua attività di scrittura per un blog calcistico, in uno spazio dedicato interamente all’Inter, dove scrive editoriali. A 17 anni, arriva l’esperienza maggiormente formativa, presso InterCafè, blog in cui crescono contestualmente passione, ambizione ed esperienza rispetto alla scrittura sull’Inter. Tifoso interista fin dalla nascita, non potrebbe vivere senza.