Ausilio annuncia il mercato: la dieta prima dell’abbuffata?

Articolo di
19 novembre 2016, 22:41
la frase del giorno 2017_3

Piero Ausilio ha parlato del mercato che aspetta l’Inter nella prossima sessione di gennaio. I nerazzurri hanno investito tanto nella scorsa estate, quindi dovranno prima cedere. Da giugno prossimo, però, le prospettive saranno decisamente diverse. Analizziamo il tema con “La frase del giorno sull’Inter”

LE PAROLE DI AUSILIO«Biglia? Lui (Pioli ndr) è veramente contento di questa rosa e sa di avere tante armi a disposizione e tanta qualità e sopratutto è contento della disponibilità che questi ragazzi gli hanno dato in questi giorni. Secondo me a gennaio dobbiamo cercare di rientrare nei parametri del FPF perché non è sparito, ad agosto è stato fatto qualche investimento ma secondo me il conto verrà presentato a gennaio, questo non vuol dire che non si possa lavorare ma non aspettiamoci un mercato fatto di ulteriori investimenti, bisogna innanzi tutto ridurre la rosa ma poi dall’anno prossimo sarà tutto diverso».

AUSILIO E LE PROSPETTIVE DI MERCATOPiero Ausilio ha spiegato in maniera chiara e concreta il mercato nerazzurro. Nella scorsa estate, la dirigenza ha speso tanto e a gennaio dovrà rientrare dagli investimenti economici. A partire da giugno, però, dopo aver sfoltito la rosa, Suning potrà mostrare la sua potenza, creando una grande Inter: i tifosi aspettano, ma ora bisogna reagire sul campo.

Facebooktwittergoogle_plusmail
The following two tabs change content below.
Alessandro Basta

Alessandro Basta

Alessandro Basta ha 19 anni e vive a Cosenza, dove è nato. Inizia a scrivere a 13 anni per un piccolo forum sportivo, per poi proseguire la sua attività di scrittura per un blog calcistico, in uno spazio dedicato interamente all’Inter, dove scrive editoriali. A 17 anni, arriva l’esperienza maggiormente formativa, presso InterCafè, blog in cui crescono contestualmente passione, ambizione ed esperienza rispetto alla scrittura sull’Inter. Tifoso interista fin dalla nascita, non potrebbe vivere senza.