5 dati statistici su Udinese-Inter che potresti non sapere

Articolo di
9 gennaio 2017, 08:00
Ivan Perišić Udinese-Inter

Il 2017 dell’Inter inizia nel migliore dei modi, con una doppietta di Ivan Perišić che vale l’1-2 in rimonta sull’Udinese. È la quinta vittoria consecutiva contando tutte le competizioni, la quarta di fila in campionato, e i dati statistici iniziano a essere interessanti.

TRE – Le volte che l’Inter ha giocato a Udine di domenica alle ore 12.30. Questa è la prima volta che esce con qualche punto in tasca, perché negli altri due precedenti (curiosamente anch’essi nel mese di gennaio) erano arrivate delle sconfitte: il 23 gennaio 2011 finì 3-1, con il vantaggio di Dejan Stanković rimontato da Cristián Zapata, Antonio Di Natale e Maurizio Domizzi; il 6 gennaio 2013 addirittura 3-0 con doppietta di Totò Di Natale, rete di Luis Fernando Muriel ed espulsione per Juan Jesus.

QUATTRO – Le vittorie consecutive dell’Inter in campionato al Friuli. Non era mai successo nei quarantacinque precedenti in Serie A, solo una volta (fra il 1993 e il 1996) i nerazzurri erano arrivati a tre successi in casa dell’Udinese. La serie positiva è iniziata con lo 0-3 del 3 novembre 2013 ed è proseguita con l’1-2 del 28 aprile 2015 e lo 0-4 del 12 dicembre dello stesso anno.

OTTO – Le reti segnate dall’Inter dall’80’ in poi, tutte da Mauro Icardi o Ivan Perišić. Di queste ben cinque hanno portato punti in più in classifica: due i gol di Icardi contro Pescara (1-2) e Torino (2-1) e di Perišić, oltre a ieri, anche contro il Crotone (3-0), uno quello sempre del croato nel recupero del derby contro il Milan (2-2). Soltanto la Sampdoria è andata a segno lo stesso numero di volte negli ultimi dieci minuti di gioco.

TREDICI – I gol di Ivan Perišić in Serie A. L’esterno croato è a una sola rete da eguagliare il bottino raggiunto nella scorsa stagione e ieri ha firmato la sua prima doppietta nel campionato italiano. La sua ultima marcatura multipla prima di ieri risaliva a una vittoria per 0-4 del Wolfsburg sullo Stoccarda, l’1 novembre 2014.

VENTIDUE – I mesi di distanza dalla precedente presenza di Marco Andreolli in Serie A. Il difensore, quest’anno impiegato soltanto nella gara di Europa League in casa contro lo Sparta Praga, non giocava nel campionato italiano da un 1-1 contro il Cesena del 15 marzo 2015, poi fra infortuni e prestito al Siviglia (anch’esso contrassegnato da problemi fisici) non aveva più avuto la possibilità di giocare fino al 91′ della sfida di ieri, quando ha sostituito Perišić per i minuti di recupero.

Facebooktwittergoogle_plusmail