5 dati statistici su Sassuolo-Inter che potresti non sapere

Articolo di
19 dicembre 2016, 09:35
Candreva Felipe Melo Sassuolo-Inter

Dopo quasi tre mesi l’Inter torna a vincere in trasferta e lo fa battendo per 0-1 il Sassuolo, con gol di Antonio Candreva al 47′. Era da diverso tempo non solo che i nerazzurri non conquistavano punti lontano dal Meazza, ma anche che riuscivano a mantenere inviolata la porta per due gare di fila.

TRE – Le vittorie consecutive ottenute dall’Inter. Nel 2016 è la prima e unica volta che accade, non si verificava esattamente da dodici mesi: il 5 dicembre 2015 l’1-0 al Genoa avviò un filotto proseguito dallo 0-4 in casa dell’Udinese (12 dicembre) e dal 3-0 al Cagliari in Coppa Italia (15 dicembre), prima di perdere 1-2 contro la Lazio il 20 dicembre. Anche stavolta saranno i biancocelesti il prossimo avversario.

QUATTRO – Le espulsioni in altrettante partite fra Sassuolo e Inter giocate a Reggio Emilia. Nella stagione 2014-2015 erano stati cacciati nel recupero Isaac Donkor e Nicola Sansone, nell’ultima giornata della scorsa stagione invece era stato Jeison Murillo a vedere il cartellino rosso. Solo la prima volta, nello 0-7 della stagione 2013-2014, le due squadre hanno finito undici contro undici.

QUATTRO – Le volte, su sette incontri, che Inter e Sassuolo si sono sfidate alle ore 12.30. Da quando, nella stagione 2009-2010 (proprio con una gara dei nerazzurri), la Serie A ha introdotto questo orario è la partita che si è giocata di più, seguita da quelle fra Bologna e Palermo, Genoa e Inter, Lazio e Napoli, tutte proposte tre volte all’ora di pranzo.

SEI – Le vittorie dell’Inter nelle venticinque partite disputate in trasferta nel 2016 contando tutte le competizioni. Dopo lo 0-2 di Empoli del 21 settembre erano arrivate sette sconfitte e un pareggio (2-2 nel derby), in campionato il rendimento esterno dice diciannove punti con diciotto gol segnati e trentuno subiti.

OTTO – Le espulsioni di Felipe Melo in Serie A. Questa è la sua terza con l’Inter, le altre erano arrivate nel 2015 contro Bologna e Lazio, poi ne ha collezionate due con la Fiorentina e tre con la Juventus. Il record assoluto del campionato è di Paolo Montero (sedici), fra i giocatori in attività invece comanda Francesco Totti (undici).