5 dati statistici su Inter-Genoa che potresti non sapere

Articolo di
6 dicembre 2015, 11:22
gasperini genoa

L’Inter torna alla vittoria battendo 1-0 il Genoa con gol di Adem Ljajić. Ecco cinque dati statistici curiosi proposti dall’anticipo di ieri sera al Meazza

ZERO – I punti conquistati da Gian Piero Gasperini nei tre incontri che le sue squadre hanno giocato al Meazza dopo la disastrosa esperienza da allenatore dell’Inter, durata da giugno a settembre 2011. Il tecnico piemontese aveva già perso 1-0 nella stagione 2012-2013 quando guidava il Palermo (autogol di Santiago García) e 3-1 lo scorso 11 gennaio al Genoa.

DUE – I gol consecutivi di Adem Ljajić, i suoi primi con la maglia dell’Inter. Il giocatore serbo si è ripetuto firmando la rete valsa i tre punti contro il Genoa dopo aver aperto il suo conto in maglia nerazzurra lunedì a Napoli, dove aveva terminato una striscia di partite senza segnare che durava da ben nove mesi (26 febbraio in casa del Feyenoord, in campionato addirittura 25 gennaio in casa della Fiorentina).

QUATTRO – Le partite casalinghe di fila in cui l’Inter non subisce gol. Dopo la disfatta del 27 settembre contro la Fiorentina il portiere nerazzurro Samir Handanović ha sempre tenuto la porta inviolata al Meazza, contro Juventus, Roma, Frosinone e adesso Genoa, per un’imbattibilità di 374′ recuperi esclusi. Quelli dei viola restano anche gli unici gol segnati all’Inter in casa.

OTTO – I gol subiti su palla inattiva dal Genoa. I rossoblù si confermano facilmente battibili su quest’importante situazione di gioco, con la rete di Ljajić peraltro arrivata senza che il serbo volesse realmente tirare (mette in mezzo per Murillo che non riesce a impattare di testa). Forse era anche l’unico modo per segnare, visto che il 3-4-3 di Gasperini sembrava un 5-4-1 estremamente difensivo.

DIECI – La striscia di gare consecutive al Meazza senza sconfitte per l’Inter contro il Genoa. Grifone vittorioso in casa nerazzurra per l’ultima volta il 26 marzo 1994, alla ventinovesima giornata per 1-3, poi sette successi nerazzurri (più altri tre in Coppa Italia, di cui uno ai supplementari) e tre pareggi.