5 dati statistici su Inter-Fiorentina che potresti non sapere

Articolo di
29 novembre 2016, 09:50
Marcelo Brozović Inter-Fiorentina

Pur con mezz’ora finale di estrema sofferenza l’Inter vince 4-2 contro la Fiorentina e Stefano Pioli ottiene il suo primo successo da allenatore dell’Inter al terzo tentativo. Ecco cinque dati statistici curiosi proposti dalla sfida di ieri sera.

TRE – I campionati di distanza dalla precedente vittoria dell’Inter contro la Fiorentina. Era dal 15 febbraio 2014 (curiosamente con lo stesso arbitro, Antonio Damato) che non arrivavano i tre punti, 1-2 con reti di Rodrigo Palacio e Mauro Icardi, in casa da un girone prima ossia 26 settembre 2013, 2-1 in rimonta targato Esteban Cambiasso e Jonathan. Poi quattro sconfitte di fila, con dieci gol subiti e solo due fatti.

QUATTRO – Le vittorie consecutive in casa contando tutte le competizioni, di cui tre in Serie A. Nel 2016 era già accaduto tra febbraio e marzo arrivando a cinque complessive, ma in mezzo c’era stata la partita vinta 3-0 contro la Juventus nella semifinale di ritorno di Coppa Italia, poi persa ai calci di rigore.

CINQUE – Le doppiette di Mauro Icardi in questo campionato, un record fin qui. L’attaccante dell’Inter ha segnato in sette gare su quattordici realizzando dodici gol, tanti quanti Edin Džeko della Roma che però ha messo a segno una marcatura multipla in meno.

VENTISEI – Gli anni passati dall’ultima volta in cui l’Inter aveva segnato tre gol nei primi venti minuti. Il 14 gennaio 1990 fu il Bologna a subirli in leggermente meno tempo, con doppietta di Lothar Matthäus (al 4′ su calcio di rigore e al 14′) e definitivo 3-0 di Jürgen Klinsmann al 16′. In generale non è un record di velocità anche solo guardando questa stagione: contro il Crotone lo scorso 6 novembre ne erano stati realizzati altrettanti in nove minuti, ma in quelli finali.

QUARANTA – I gol subiti da Samir Handanović nelle diciannove partite disputate in carriera contro la Fiorentina. Con i due presi ieri sera i viola sono diventati la squadra contro cui ne ha incassati di più alla pari della Roma, contro cui però ha giocato ventitré volte. Solo in un’occasione ha mantenuto la porta inviolata, in un 2-0 datato 18 settembre 2011 quando giocava all’Udinese.

Facebooktwittergoogle_plusmail
The following two tabs change content below.

Riccardo Spignesi

Studente (ancora per poco) all’Università Statale di Milano. Redattore anche per SpazioCalcio.it e BetClic, estremamente fissato con il calcio.