5 dati statistici su Inter-Crotone che potresti non sapere

Articolo di
7 novembre 2016, 10:45
Perišić Éder Jovetić Inter-Crotone

L’Inter concretizza le tante occasioni create soltanto negli ultimi sette minuti finali e riesce a ottenere la prima vittoria larga della stagione, battendo per 3-0 il Crotone. Ecco il resoconto statistico fornito dal match del tardo pomeriggio di ieri.

ZERO – I tiri in porta del Crotone. La squadra calabrese è la prima che in questa stagione conclude una partita contro l’Inter senza mai impegnare Samir Handanović, che si era dovuto sporcare comunque i guanti nei due precedenti a porta inviolata, in campionato a Empoli e in Europa League col Southampton. L’unica altra formazione rimasta a secco di conclusioni nello specchio era stata il Chievo, nell’1-0 dello scorso 3 febbraio.

TRE – I gol di scarto, tutti arrivati negli ultimi minuti di partita. Mai in questa stagione l’Inter aveva segnato più di due reti nello stesso incontro e mai nel 2016 aveva vinto in maniera così larga in campionato (l’aveva fatto in Coppa Italia contro la Juventus, partita però di fatto persa ai calci di rigore). L’ultima goleada in Serie A risaliva al 12 dicembre 2015, 0-4 in casa dell’Udinese.

DIECI – I punti, su dodici disponibili, ottenuti nelle quattro circostanze in cui una delegazione di Suning si è presentata in tribuna al Meazza in questa stagione. La nuova proprietà cinese, con Zhang Jindong o qualche uomo di sua fiducia, oltre a ieri ha visto dal vivo le vittorie contro Juventus e Torino oltre al pareggio col Palermo.

VENTIDUE – Le squadre diverse contro cui Mauro Icardi ha segnato in Serie A, firmando sessantasette reti complessive. La precedente aggiunta era stata il Torino, nella sfida di ritorno della scorsa stagione, e rispetto alle attuali diciannove sfidanti in campionato ne manca solo una: si tratta del Milan, prossimo avversario nel derby del 20 novembre.

CENTOCINQUANTA – I palloni toccati da Marcelo Brozović, di gran lunga quello più nel vivo del gioco. Complice il dominio territoriale dell’Inter il centrocampista croato ha spesso avuto la palla tra i piedi, con una precisione dei passaggi del 90%. Il secondo giocatore in questa lista non è riuscito ad arrivare in tripla cifra, perché João Mário si è fermato a quota novantanove.

Facebooktwittergoogle_plusmail
The following two tabs change content below.

Riccardo Spignesi

Studente (ancora per poco) all’Università Statale di Milano. Redattore anche per SpazioCalcio.it e BetClic, estremamente fissato con il calcio.