5 dati statistici su Inter-Bologna che potresti non sapere

Articolo di
12 febbraio 2018, 09:07
Yann Karamoh Inter-Bologna

L’Inter torna alla vittoria dopo settanta lunghissimi giorni e grazie al 2-1 sul Bologna conquista anche il terzo posto in classifica, complice la sconfitta della Lazio. Il successo evita di stabilire un record storico di risultati negativi e dà quindi nuove statistiche da vedere.

TRE – Le reti realizzate da fuori area dall’Inter sulle quaranta complessive di questa stagione. Prima di Yann Karamoh erano riusciti a fare gol oltre i sedici metri conclusivi soltanto Marcelo Brozović, su punizione diretta per la doppietta nell’1-2 al Benevento dell’1 ottobre, e Ivan Perišić con una conclusione quasi sulla linea per decretare il successo sempre per 1-2 sul campo del Verona, il 30 ottobre.

CINQUE – I gol segnati da Éder Citadin Martins nelle ultime quattro partite di campionato dove è stato schierato titolare. Oltre a quello di ieri e a quello dello scorso 3 febbraio contro il Crotone l’italo-brasiliano aveva fatto centro anche nelle due giornate conclusive della passata stagione, l’1-3 contro la Lazio e il 5-2 contro l’Udinese (doppietta). La precedente titolarità a secco risale alla sconfitta per 1-0 sul campo del Genoa del 7 maggio 2017.

SETTE – I nuovi acquisti in campo contemporaneamente dal 58′ al 73′, cioè dall’ingresso di Rafinha Alcântara all’uscita di Karamoh. Gli unici volti nuovi non utilizzati nel corso della partita sono stati Daniele Padelli e Dalbert Henrique, rimasti in panchina, per il resto squadra rivoluzionata rispetto alla passata stagione.

SESSANTACINQUE – Le partite consecutive giocate da Antonio Candreva in Serie A prima di rimanere in panchina per tutta la durata della sfida di ieri pomeriggio. La precedente gara saltata dall’esterno risaliva alla quintultima giornata della stagione 2015-2016, quando giocava alla Lazio, in una sconfitta per 2-0 contro la Juventus (20 aprile 2016). Con l’Inter era stato sempre impiegato, risultando cinquantotto volte su sessantuno nella formazione iniziale.

NOVANTUNO – I secondi impiegati da Éder per sbloccare la partita. Per trovare un gol così rapido da parte dell’Inter bisogna tornare indietro al 5 aprile 2011, quando Dejan Stanković da centrocampo dopo appena venticinque secondi superò Manuel Neuer per l’illusorio vantaggio nell’andata dei quarti di finale di Champions League contro lo Schalke 04, partita poi terminata 2-5.