5 dati statistici su Inter-Bologna che potresti non sapere

Articolo di
26 settembre 2016, 08:00
Candreva Perisic Banega

L’Inter ferma a tre la striscia di vittorie consecutive e al Meazza non va oltre l’1-1 contro il Bologna. C’è grande rammarico per com’è andata la partita di ieri pomeriggio, ma uno dei dati statistici mostrati di seguito fa notare come in ogni caso non tutto sia da buttare.

UNO – Il gol di Mattia Destro all’Inter in Serie A. L’attaccante cresciuto nel settore giovanile nerazzurro, senza però mai riuscire a esordire in prima squadra, c’è riuscito al nono tentativo, dopo essere rimasto in bianco dal 2010-2011. In totale le reti sono quattro, perché ce ne sono tre segnate con la maglia della Roma nelle semifinali di Coppa Italia 2012-2013.

QUATTRO – Le partite senza João Mário, che poi sono anche quelle non vinte dall’Inter. Il centrocampista portoghese è già diventato un elemento imprescindibile per Frank de Boer, visto che con lui in campo sono arrivate tre vittorie su altrettante gare mentre senza non è ancora stato ottenuto un successo, con le sconfitte contro Chievo e Hapoel Be’er Sheva più l’altro 1-1 col Palermo.

QUATTRO – Le stagioni consecutive in cui non arriva un successo nell’ultima partita di campionato giocata a settembre. Dopo il 2-1 sulla Fiorentina nel 2012-2013 (30 settembre) solo amarezze, con un pareggio e una sconfitta contro il Cagliari e l’1-4 di un anno fa nuovamente contro i viola. Storicamente è un momento della stagione sempre difficile, visto che per fare un esempio José Mourinho aveva sempre perso l’imbattibilità in campionato nello stesso periodo sia nel 2008-2009 (contro il Milan) sia nel 2009-2010 (contro la Sampdoria).

SETTE – I punti conquistati dall’Inter nelle ultime tre giornate. Nessuno ha fatto il percorso netto nel triplo impegno settimanale, quindi il rendimento dei nerazzurri è comunque il migliore in questo primo ciclo serrato di campionato, con due vittorie e un pareggio come Milan e Napoli. Resta il rimpianto perché con poco si poteva fare nove su nove.

DICIANNOVE – I mesi passati dall’ultima vittoria in una partita giocata alle ore 15 di domenica. Dopo l’1-4 sul campo dell’Atalanta, datato 15 febbraio 2015, sono arrivati solo pareggi: 0-0 contro il Chievo nella stagione 2014-2015 e 1-1 contro Sampdoria e Carpi nello scorso campionato. Ormai è difficile trovare i nerazzurri nell’orario canonico ma a ottobre ce ne saranno due di seguito e bisognerà invertire la rotta.

Facebooktwittergoogle_plusmail
The following two tabs change content below.

Riccardo Spignesi

Studente (ancora per poco) all’Università Statale di Milano. Redattore anche per SpazioCalcio.it e BetClic, estremamente fissato con il calcio.