5 dati statistici su Atalanta-Inter che potresti non sapere

Articolo di
24 ottobre 2016, 10:10
Éder Atalanta-Inter

Passano gli anni (e gli allenatori…) ma non cambia una brutta tradizione: l’Inter quando va a Bergamo fatica sempre e spesso perde, stesso discorso quando gioca in casa di Gian Piero Gasperini, ex dal dente più che avvelenato. La sfida di ieri a Bergamo lascia ancora una volta tanti problemi anche dal punto di vista statistico.

UNO – Il gol su calcio di punizione, diretto o indiretto, realizzato dall’Inter nel 2016. Prima di quello di Éder Citadin Martins di ieri pomeriggio l’ultimo a sfruttare un calcio piazzato era stato Adem Ljajić il 5 dicembre 2015, con la rete decisiva per battere per 1-0 il Genoa, curiosamente allenato proprio da Gian Piero Gasperini.

TRE – Le sconfitte di fila per l’Inter in campionato. Non capitava da tre anni e mezzo, fra la trentaquattresima e la trentaseiesima giornata della Serie A 2012-2013, quando a imporsi furono Palermo (1-0), Napoli (3-1) e Lazio (1-3).

TRE – Le partite consecutive in Serie A senza tiri in porta all’attivo per Mauro Icardi, che pure la settimana scorsa contro il Cagliari aveva avuto un calcio di rigore a disposizione. L’argentino, a secco da un mese, non becca lo specchio dall’1-1 contro il Bologna, in cui aveva effettuato una conclusione respinta dal portiere.

QUATTRO – Le vittorie casalinghe di fila contro l’Inter per Gian Piero Gasperini. Le altre tre erano arrivate alla guida del Genoa, 1-0 il 19 gennaio 2014, 3-2 il 23 maggio 2015 e 1-0 lo scorso 20 aprile. Tutte questi successi, incluso quello di ieri, sono arrivati con il gol vittoria nel quarto d’ora finale.

CINQUANTA – I gol di Éder Citadin Martins in Serie A. Questo è soltanto il suo secondo con la maglia dell’Inter, l’altro arrivato per chiudere il 3-1 sull’Udinese del 23 aprile, poi ne ha firmati quaranta con la Sampdoria, due con l’Empoli e sei con il Cesena.

Facebooktwittergoogle_plusmail
The following two tabs change content below.

Riccardo Spignesi

Studente (ancora per poco) all’Università Statale di Milano. Redattore anche per SpazioCalcio.it e BetClic, estremamente fissato con il calcio.