Tom Ince, dopo il rifiuto all’Inter tutto male

Articolo di
30 dicembre 2014, 21:20
ince

Dopo il no ai nerazzurri, Tom Ince non riesce più a ritrovarsi. Dopo il prestito negativo al Nottingham Forrest, dove ha totalizzato solo 4 presenze da titolare, l’esterno ha deciso di rientrare all’Hull City nella speranza di riprendere il suo percorso di crescita.

LA PARABOLA DISCENDENTE – Ripercorriamo la storia recente dell’esterno offensivo. Dopo buone prestazioni nelle precedenti stagioni, specialmente con la maglia del Blackpool, arriva la chiamata che farebbe felice ogni calciatore: l’Inter lo vuole, come nuova opzione offensiva per l’ex tecnico Walter Mazzarri. Tom decide, invece, di declinare l’offerta: un bel “No, grazie” ai nerazzurri. Non tanto per presunzione o per motivi economici, ma solo perchè non si vedeva ancora pronto per affrontare un’esperienza in Italia, in un club importante come l’Inter. Da lì il prestito al Nottingham, dove, però, non è tutto rose e fiori, ma solo spine. In metà anno solo 4 presenze da titolare e a gennaio tanti saluti: tornerà all’Hull City!

NUOVI SCENARI – Nelle fila dei Tigers, Ince spera di tornare a giocare il calcio spumeggiante che lo aveva fatto entrare nei desideri di Piero Ausilio, che ora ripensa al rifiuto della scorsa estate con un lungo sospiro di sollievo. “Mi aspettavo di giocare di più ma sono scelte dell’allenatore che vanno rispettate. Sono contento di essere tornato all’Hull City e sento di poter dare il mio contributo nel 2015. Sento di poter segnare e creare assist. Qualsiasi sfida ti venga proposta, devi alzarti in piedi e accettarla”.
Non la pensava proprio così Tom, quando ha rifiutato l’Inter, forse considerata una sfida impossibile da vincere. Vedremo se il figlio di Paul rinascerà nel club che sta impressionando in Premier League.