Sponsor tecnici: Adidas il più generoso, Inter e Nike arrancano

Articolo di
29 aprile 2015, 20:31

Quella dello sponsor tecnico è una entrata fondamentale per le squadre di calcio europee, dall’inchiesta pubblicata oggi dal Calcio&Finanza si evince che al momento lo sponsor tecnico più remunerativo è l’Adidas mentre la Nike (e di conseguenza l’Inter) restano indietro.

Il rinnovo della sponsorizzazione tecnica dell’Adidas al Bayern Monaco, che frutterà ai bavaresi 66 milioni di euro a stagione, è l’occasione per il noto sito Calcio&Finanza di stilare un bilancio sull’andamento delle sponsorizzazioni tecniche nel calcio europeo. Dall’analisi di Calcio&Finanza appare chiaro che in questo momento storico lo sponsor in assoluto più generoso è proprio l’Adidas, che può vantare i quattro contratti più ricchi del Mondo. Al primo posto troviamo il Manchester United con 94 milioni a stagione (cifra gonfiata dal lungo braccio di ferro con la Nike per la prestigiosa sponsorizzazione dei Red Devils), poi il Bayern Monaco col recente contratto firmato che si piazza secondo con 66 milioni, al terzo e quarto posto Real Madrid e Chelsea, sempre con l’Adidas, che si fermano a circa 38 milioni: bisogna sottolineare che Real Madrid e Chelsea devono ancora rinnovare il contratto e c’è da scommettere che spunteranno cifre molto vicine a quelle delle due suddette rivali.

LA NIKE INDIETRO- La Nike, un tempo dominatrice, che fine ha fatto? Il colosso americano soffre, le squadre Nike più pagate d’Europa sono il PSG e il Barcellona, rispettivamente con 35 e 33 milioni e un contratto da rinnovare. Al terzo posto tra le squadre Nike troviamo l’Inter che incassa “appena” 18 milioni a stagione con un contratto rinnovato la scorsa stagione che ha comunque garantito un certo aumento a favore dei nerazzurri. L’Inter è la terza squadra in Italia dietro il Milan, a cui lo storico sodalizio con l’Adidas frutta 30 milioni a stagione, e dietro la Juventus che proprio dall’anno prossimo lascerà la Nike per passare all’Adidas, che garantirà ai bianconeri 30 milioni come ai rossoneri.

INTER E CALCIO ITALIANO IN RITARDO- L’Inter e il calcio italiano in generale appaiono quindi in grosso ritardo rispetto ai piani alti d’Europa. Non è un mistero che la Serie A non sia più appetibile per i grandi sponsor come lo era in passato, nel caso interista è poi inaccettabile essere considerati meno appetibili di Juventus e Milan: Erick Thohir e il suo staff sono molto attenti al marketing, da cui dovrebbero arrivare le maggiori entrate per finanziare la rinascita interista, alcuni progressi sono stati fatti (ne è una prova il già citato rinnovo con Nike a cifre migliori delle precedenti), ma la sensazione è che la strada sia ancora molto lunga.

Facebooktwittergoogle_plusmail