Milan, Bacca escluso con la Colombia: sorride Lapadula – TS

Articolo di
13 novembre 2016, 12:47
carlos bacca milan

Carlos Bacca non è più il punto fisso di qualche mese fa: né al Milan, né in Colombia. Adesso l’attaccante dovrà sudarsi il posto da titolare nel derby contro l’Inter con il compagno di reparto Gianluca Lapadula. Questo è quanto evidenziato da “Tuttosport”.

BACCA O LAPADULA – «Come in ogni derby che si rispetti, i protagonisti più attesi sono quasi sempre gli attaccanti. Se l’Inter può trarre conforto dal buon momento di Mauro Icardi, in casa Milan è inevitabile fare i conti con un minimo di preoccupazione per l’inusuale astinenza da gol di Carlos Bacca. Come l’anno scorso, dopo 12 giornate di campionato, il colombiano è il capocannoniere della squadra a quota 7 centri, ma nella passata stagione al massimo era rimasto a secco per quattro partite di fila. Ora è già a cinque e l’ultimo gol su azione risale al 20 settembre, contro la Lazio. Parlare di crisi è forse esagerato, ma per un cecchino come Bacca un periodo simile rappresenta quanto meno un campanello d’allarme. E nel frattempo l’ex attaccante del Siviglia vede vacillare il suo status di intoccabile anche in nazionale, dove non va in rete da cinque partite e nell’ultima, lo 0-0 di giovedì contro il Cile, il ct José Pekerman l’ha tenuto per novanta minuti in panchina. Martedì c’è un delicato appuntamento contro l’Argentina, e Bacca deve fare i conti con la concorrenza di due colleghi in forma come Radamel Falcao e Luis Muriel. Poi, quando tornerà a Milanello, rischia di ritrovarsi in ballottaggio con Gianluca Lapadula in vista del derby. Il gol di tacco a Palermo ha rilanciato le quotazioni del ventiseienne attaccante di Torino, che poi ha fatto il pieno di fiducia con la prima convocazione in Nazionale. Vincenzo Montella l’ha elogiato pubblicamente per la cattiveria agonistica e la capacità di mettersi a disposizione della squadra pur giocando poco, due aspetti sotto cui Bacca non sempre brilla. Dal canto suo, il colombiano ha di gran lunga maggiore esperienza in match delicati come il derby, quindi al momento è più facile immaginare lui come protagonista della sfida a distanza con Icardi».