Crespo: “Giocare per Zanetti è un onore, allenare in Serie A…”

Articolo di
4 maggio 2015, 16:09

Stasera illuminerà il prato del ‘Meazza’ con le sue giocate assieme a tanti altri ex campioni come lui: Hernan Crespo ha risposto presente all’invito di Zanetti, suo compagno di squadra e capitano ai tempi dell’Inter. ‘Valdanito’ è stato intervistato in esclusiva da “Calciomercato.com” dove ha avuto modo di spaziare tra diversi temi.

ZANETTI – «Sarà un’opportunità per rivederci tutti ancora un’altra volta, quando Javier mi ha invitato ho detto subito sì: quando si gioca è sempre bello, se poi lo si fa per beneficienza allora c’è una valida motivazione in più per accettare. Mi sento italiano ed argentino allo stesso modo, guai a chi tocca i miei due Paesi!».

ALLENATORE – «Nonostante le difficoltà societarie, siamo riusciti nell’impresa di sperare ancore nei playoff Primavera: è la prima volta che ci arriviamo così vicini, e il fatto di aver portato in panchina con Donadoni parecchi giovani è per me un motivo di grande orgoglio. Il segreto? La sincerità, questa è la cosa più importante per me anche quando giocavo».

ARGENTINA – «La Nazionale poteva anche vincere il Mondiale lo scorso anno, ha un attacco straordinario e c’era l’imbarazzo della scelta su chi dovesse restare fuori. Messi? Sta molto più in alto di me, è sicuramenti uno dei giocatori più importanti della storia del calcio per quello che sta facendo».

FUTURO – «Per ora penso a concludere nel migliore dei modi la mia esperienza al Parma, ho ancora un contratto con loro e aspetto il destino della società. Ho anche ricevuto offerte dall’estero, allenare in Serie A mi piacerebbe tanto: sicuramente posso dire che mi sento pronto per affrontare un’esperienza del genere».