Ancelotti: “Italia al top quando Moratti investiva…”

Articolo di
9 settembre 2016, 19:04
Ancelotti

Il tecnico del Bayern Monaco ha ricordato i tempi in cui l’Italia era al vertice del calcio mondiale, una fase storica coincisa non a caso con quella dei maggiori investimenti dei club

Intervistato dal quotidiano sportivo spagnolo AS, l’allenatore del Bayern Monaco Carlo Ancelotti ha parlato anche del livello del calcio italiano e della crisi di investimenti che lo ha colpito rispetto ai tempi d’oro: «L’Italia ha avuto un grande livello quando i grandi presidenti, Berlusconi, Moratti, Agnelli, Cragnotti, avevano molti soldi e investivano. Adesso non si investe tanto, e il problema è che le società non hanno gli stadi di proprietà. Il fatturato è minore e non possono competere con i grandi club europei, questo è il problema. Guardiamo la Juventus, è l’unico club che ha lo stadio di proprietà e si mantiene al vertice, questa è la grande differenza».

Facebooktwittergoogle_plusmail
The following two tabs change content below.
Alessandro Cocco

Alessandro Cocco

Nato e cresciuto in Sardegna, vive attualmente a Roma dove studia storia moderna e contemporanea presso l'Università Sapienza. Tifa Inter fin da bambino, ma segue con attenzione anche il calcio estero dove le sue squadre "simpatia" sono Liverpool, Atletico Madrid ed Hercules Alicante (per l'unico motivo che ad Alicante ci ha vissuto un anno durante il suo erasmus). Scrive anche su bundesligapremier.it