Genoa-Inter, da Genova: “Intelligenza contro statura. Laxalt…”

Articolo di
17 febbraio 2018, 12:50
Laxalt

In vista di Genoa-Inter, partita in programma stasera e valida per la 25a giornata del campionato, la Redazione di Inter-News.it ha avuto il piacere di confrontarsi con i colleghi di “BuonCalcioaTutti.it” – testata dedicata al Genoa e riferimento per i tifosi del Grifone – per approfondire le principali tematiche della partita tra rossoblù e nerazzurri. Ecco le risposte date dal collega Lorenzo Semino

Il Genoa viene da una striscia positiva fatta da un solo passo falso contro l’Udinese e si è allontanata dalla zona calda della classifica: giocherà sulla difensiva per accontentarsi del pareggio o punterà al bottino pieno andando all’attacco? I precedenti fanno pensare a quest’ultima ipotesi…

Il Genoa giocherà con intelligenza, parola utilizzata molto spesso da mister Ballardini in queste settimane. Parola che del resto sintetizza alla perfezione quanto compiuto da questa squadra nelle ultime settimane, anche se ora si potrebbe cominciare a parlare di mesi. «Il Genoa ha una media da terzo posto con Ballardini» ha ricordato Spalletti in conferenza stampa: una squadra da terzo posto deve servirsi dell’intelligenza per cercare di portare a casa il bottino pieno.

Nelle ultime uscite Ballardini sta valorizzando soprattutto i due ex interisti in rosa, che non si risparmiano minimamente in termini di corsa e sacrificio: come stanno Laxalt e Pandev?

Laxalt è stato simpaticamente definito «un famoso attaccante sudamericano» proprio da Ballardini, che stravede da sempre anche per Pandev. Non lo ha mai nascosto, può contare su «un professionista serio” e non se lo farà di certo scappare nemmeno contro l’Inter. A meno di cambiamenti, il macedone dovrebbe giocare e cercare di rivelarsi la carta in più nelle tasche del Genoa. Su Laxalt poco da aggiungere, la doppietta parla da sé: l’innesto di un calciatore come Hiljemark, vistosi più volte dialogare con l’uruguaiano in campo, può aver senza dubbio aiutato.

Sono stati sciolti i dubbi in attacco? Al centro ci sarà l’ex milanista Lapadula, il bulgaro Galabinov oppure bisogna aspettarsi altre sorprese?

«I nostri due attaccanti, seppur con caratteristiche differenti, sono Lapadula e Galabinov», cito ancora una volta Ballardini. Probabile, a giudicare dal suo repentino reintegro in rosa dopo l’infortunio patito contro il ChievoVerona, che a partire dal 1’ sia proprio l’attaccante bulgaro, un granatiere che ha tolto le castagne dal fuoco in più di un’occasione per il Genoa. Uomo potenzialmente decisivo contro difese particolarmente dotate in fatto di statura. Anche senza Miranda, l’Inter rientra in questa categoria.

Che Inter si attende a Genova dopo i due mesi senza vittoria e i tre punti ottenuti proprio a ridosso della sfida di stasera? Invece la vittoria in trasferta è distante un bel po’…

Mi aspetto un’Inter pronta a far leva sulla difficoltà del Genoa nel fare risultato al Ferraris, magari cercando di trovare subito una rete che potrebbe gettare nello sconforto un gruppo che oggi è «stratosferico», come sottolineato da Spalletti. Discorsi tattici a parte, sarà complicato fare una previsione attendibile sulla strategia e sul gioco nerazzurro viste le assenze di Perisic e Icardi, venticinque gol totali lasciati a Milano. Mi aspetto la solita prestazione gagliarda da parte di Eder, non credo invece con grande convinzione – dopo le parole di Spalletti in conferenza stampa – che il brasiliano Rafinha possa giocare dall’inizio.

Qual è l’undici titolare previsto?

Non è facile stilare una probabile formazione viste le assenze di Biraschi e Taarabt, che si aggiungono ad altri calciatori lungodegenti come Izzo e Rossi. I principali dubbi, come confermato da Ballardini, saranno sulla destra, tanto in difesa (Rossettini o El Yamiq) quanto a centrocampo (Rosi, Lazovic o Pedro Pereira). Dopo tante formazioni “preconfezionate”, questa sera è lecito attendersi qualche cambiamento, reso necessario dalle defezioni.

Si ringrazia Lorenzo Semino di “BuonCalcioaTutti.it” per la disponibilità mostrata nella collaborazione. La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è consentita solo previa citazione della fonte Inter-News.it.

Clicca QUI per leggere anche il punto di vista di Inter-News.it sulla partita.






ALTRE NOTIZIE