ESCLUSIVA – Cicchetti: “Calleri mi ricorda Higuain, l’Inter…”

Articolo di
16 dicembre 2015, 21:13
Jonathan Calleri

Abbiamo intervistato in esclusiva l’agente FIFA Gianfranco Cicchetti per chiedergli la sua opinione riguardo il mercato dell’Inter, sempre più vicina all’acquisto di Jonathan Calleri, e che a gennaio potrebbe rinforzare la squadra prendendo almeno un terzino e un esterno d’attacco.

 

Secondo lei a gennaio l’Inter si limiterà a sfoltire la rosa e ad altre operazioni minori oppure Mancini chiederà l’acquisto di uno o più titolari?

«Sono convinto che i nerazzurri qualcosa di interessante faranno. Soprattutto un terzino (qualora ne uscisse almeno uno) e un esterno d’attacco, obiettivo il secondo che permetterebbe a Mancini di varare definitivamente il 4-2-3-1 o il 4-3-3».

A prescindere da quale sarà il piazzamento finale dei nerazzurri crede Icardi possa essere comunque ceduto al termine della stagione?

«L’argentino ha tanto mercato, soprattutto in Liga e Premier. Chelsea e Real Madrid sono le squadre maggiormente interessate ad acquistarlo. Qualora si dovessero presentare con offerte di 40-45 milioni anche il capitano nerazzurro potrebbe diventare cedibile e costituire un’altra grande plusvalenza».

A proposito di attaccanti, negli ultimi giorni si parla con sempre più insistenza dell’arrivo all’Inter di Jonathan Calleri. Può essere l’acquisto giusto per i nerazzurri?

«Calleri non ha ancora passaporto comunitario, quindi se l’Inter dovesse realmente acquistarlo lo girerebbe ad un club amico (Chievo o Bologna) dove farlo giocare per i prossimi sei mesi. In ogni caso è un giocatore importante, un acquisto da promuovere pienamente».

Un prestito ad un club amico fino al termine della stagione tra l’altro potrebbe essere la mossa giusta per permettergli di ambientarsi nel nostro campionato?

«Assolutamente si, sarebbe preferibile per farlo tornare a Milano tra sei mesi con minore pressione e avendo assimilato almeno in parte i ritmi, le abitudini e le diverse conoscenze del calcio italiano».

A livello di caratteristiche lo vede più come un’alternativa (e magari futuro erede) di Icardi oppure i due potrebbero giocare anche in coppia?

«Calleri è un attaccante di movimento, una punta moderna. Sa spaziare su tutto il fronte d’attacco e può fare sia la prima che la seconda punta. Personalmente mi ricorda molto Higuain. Tecnica e velocità unite ad un ottimo fiuto del gol. A mio avviso, inoltre, ha anche ampi margini di miglioramento».

Ringraziamo Gianfranco Cicchetti per l’intervista e per la disponibilità mostrata. La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è consentita solo previa citazione della fonte Inter-News.it