Sogni di mercato e incubi finanziari, tifosi confusi: quale verità?

Articolo di
29 maggio 2015, 12:04
Zukanovic

Voci sempre più contrastanti e contraddittorie nelle ultime settimane: fra prestiti di e a Thohir, a tassi poco agevolati e con scadenze fissate per il novembre 2016 che spaventano e nomi di mercato che lasciano i tifosi confusi e felici, di sognare e forse illudersi. La verità, però, è complicato capire da che parte risiede: il prossimo calciomercato, forse, lo svelerà.

CUADRADO, BENATIA E…ZUKANOVIC. FORSE – Le contraddizioni che ruotano attorno all’ambiente Inter non riguardano solo le finanze deficitarie ed una campagna acquisti che sembra ignorare ciò, ma anche i diversi nomi di mercato in piazza e la difficoltà nel renderli concreti. Se da un lato da mesi l’Inter insiste su gente quale Yaya Touré, Jovetic e in ultimo Fekir o Kondogbia, dopo a quanto dice Zamparini aver offerto 35 milioni (che quindi ci sono?) per Dybala, la stessa Inter trova immani difficoltà per chiudere una trattativa data per fatta da tempo: col Chievo Verona, niente meno che per Zukanovic. I tifosi sono confusi, preoccupati circa lo stato economico della società e le ultime voci emerse circa la situazione prestiti fra Thohir e le banche, ad un tasso niente male. Novembre 2016 è la linea di confine per risanare la società, come lo stesso Presidente indonesiano si prefisse al suo insediamento: passata la dead-line, si tireranno le somme e potrebbero anche essere devastanti per la beneamata. Nel frattempo, oggi si parla di Cuadrado e Benatia, di Chelsea e Bayern Monaco: di giocatori solo 6-12 mesi fa acquistato fra i 25 ed i 35 milioni di euro ed oggi apparentemente trattabili da Ausilio e chi di dovere. Nel mentre, Zukanovic aspetta: ebbene sì, perché l’Inter mentre sogna i top player ancora deve chiudere per Zukanovic.