Paolo e Giuseppe: auguri Moratti e grazie di tutto! Però…

Articolo di
16 maggio 2015, 07:27
moratti

Ritornano a trovarci Paolo e Giuseppe, i due tifosi interisti che abbiamo conosciuto la settimana scorsa. Vivono la passione per la loro squadra in maniera differente, uno ansioso ed emotivo e l’altro razionale e lucido. Entrambi hanno voluto esprimere un messaggio a Massimo Moratti in occasione del suo 70esimo compleanno:

PAOLO – «Auguri Presidente, auguri di cuore! Continuo a chiamarla così perchè per me lei resterà sempre il mio Presidente. Un uomo che ha portato l’Inter sul tetto del mondo, al massimo della sua gloria dopo i fasti della Grande Inter. Grazie a lei ho potuto prendermi delle sacrosante rivincite nei confronti di quelli che mi hanno preso in giro per anni: “non vincete mai”, mi dicevano. Glielo abbiamo fatto vedere noi, Presidente! Una presidenza “mitica” per me, una presidenza vincente e sofferta che mi ha regalato tante gioie indimenticabili. Auguri Presidente Moratti, 100 di questi giorni!», questo il pensiero che viene dal cuore di Paolo. Un pensiero affettuoso e pieno di riconoscenza verso Massimo Moratti.

GIUSEPPE – «Auguri Massimo! Ti do del “tu” perchè ti considero un buon presidente che ha fatto tanto per l’Inter ma che poteva evitare certi errori clamorosi dettati dalla “pancia” che quando prende il sopravvento spesso fa danni. Abbiamo vinto tanto insieme, è innegabile, ma siamo stati sottoposti a troppe “prese in giro” a cui si è fatto spesso buon viso a cattivo gioco. Avrei voluto, da parte tua, maggior decisione e meno educazione, forse. Poi c’è la questione della gestione economica dell’Inter, caro Massimo. Non sono un economista, ci mancherebbe altro, ma solo un semplice tifoso che vede le cose per quello che sono: hai sbagliato a condurre la società dopo il Triplete, quasi tu non fossi pronto per gestire un risultato e un momento così clamorosi. Il risultato, purtroppo, è sotto gli occhi di tutti. Quindi ti faccio gli auguri con tanto affetto ma con un “però″ grande come una casa…perchè potevi e dovevi evitare questo tracollo», questo il pensiero di Giuseppe per Massimo Moratti. Auguri sentiti anche i suoi non senza una piccola vena polemica

Facebooktwittergoogle_plusmail