Oggi siamo ancora più fieri di tifare Inter!

Articolo di
7 giugno 2015, 13:23

E’ inutile negarlo, sarebbe davvero pura ipocrisia: al fischio finale della gara tra Juventus e Barcellona tutti noi interisti abbiamo esultato. Chi in maniera composta e chi in maniera decisamente vivace, chi con amici vicino e chi da solo a casa esultando come se avesse vinto la nostra amata Inter!

Eh sì, era una gara che temevamo moltissimo. Troppa euforia intorno ad una squadra chiaramente sopravvalutata dai media nazionali, troppo entusiasmo e troppa sicurezza forse ostentati per mascherare la grande paura di affrontare un Barcellona stratosferico che ha dimostrato di poter ampiamente “scherzare” questa timida Juventus formato Europa. Avevamo paura che potessero toglierci l’unico vero record destinato a durare per tanto tempo, avevamo paura che potessero fregiarsi anche loro di un primato che in Italia non ha nessuno a parte l’Inter, avevamo paura insomma di non poter più essere gli esclusivisti del Triplete.

E invece siamo ancora noi i “tripletisti”! Siamo ancora noi con la nostra serietà e lealtà a poterci fregiare della tanto preziosa “tripletta”. La conquista dello scudetto, della coppa nazionale e della Champions League in una stagione è un’impresa difficile, stancante, emozionante, stupenda: ti rende fiero e orgoglioso dell’Inter perchè sei consapevole della grandezza del risultato sportivo. Bisogna essere fortunati il giusto, essere determinati e concentrati fino alla fine, cattivi agonisticamente parlando e ferocemente disposti a raggiungere il traguardo. Questa Juventus non lo è stata fino in fondo ed ha giustamente perso una finale contro un avversario nettamente più forte.

La nostra Inter era di un livello superiore, già lo sapevamo. Ieri ne abbiamo avuto, finalmente, la conferma sul campo. Eravamo una squadra fantastica per coesione di gruppo, per caratteristiche dei singoli, per il carisma assoluto dell’allenatore che era seduto in panchina in quell’anno. Eravamo di un altro pianeta.

Oggi non lo siamo più e dobbiamo accettarlo. Stiamo faticosamente ripartendo per nuovi lidi e non sappiamo cosa succederà. Abbiamo alcune certezze: il Triplete è una di queste, il record rimasto a Milano deve dare la forza e la spinta per ricostruire prima di tutto un gruppo vincente e determinato. Poi abbiamo la consapevolezza di non dover mai dire grazie a nessuno. Trionfi e coppe conquistate con merito e sudore, con sacrificio e dedizione, con lo spirito…da Inter. Quello che deve assolutamente ritornare.

Oggi, però, è una domenica di festa per il popolo nerazzurro. Godiamocela e da domani rimbocchiamoci tutti le maniche per riportare al successo la nostra amata squadra. Oggi dobbiamo solo essere… FIERI DI ESSERE INTERISTI.