Inter, inizia la settimana della svolta: intreccio tra ICC e mercato

Articolo di
23 luglio 2017, 22:50
Spalletti

Quando il gioco si fa duro, i duri iniziano a giocare. No, non è il caso dell’Inter di Spalletti, che inizierà la ICC 2017 con la stessa squadra che ha vinto-perso-pareggiato nelle prime tre uscite stagionali, però proprio il debutto nel ricco torneo internazionale può combaciare con l’inizio della settimana decisiva in casa Inter: non solo in campo, attenzione al mercato

IL TORNEO DA IMPROVVISARE – Ci siamo, lunedì 24 luglio 2017 inizia ufficialmente l’International Champions Cup dell’Inter, che a partire dalle 14.05 (ora italiana) affronterà i francesi dell’Olympique Lione. Poi, giovedì 27 la seconda partita contro i tedeschi del Bayern Monaco e, infine, chiusura in bellezza sabato 29 con la terza e ultima sfida, che vedrà l’Inter opporsi agli inglesi del Chelsea. Soprattutto le sfide contro i campioni di Germania e d’Inghilterra saranno molto interessanti per la squadra di Luciano Spalletti, ancora alle prese con una rosa improvvisata fatta di esuberi non ceduti, titolari con il mal di pancia e pochissime novità, ovvero Milan Skriniar in difesa e Borja Valero a centrocampo (oltre a Daniele Padelli, dodicesimo in porta). Il trio di partite amichevoli non dovrà allarmare nessuno né in caso di risultati negativi né illudere qualcuno in caso di punteggi clamorosamente positivi (basti pensare al 4-0 del Milan contro il Bayern, entrambe in formazione improvvisata), si tratta di sfide utili per continuare a lavorare sull’intensità e sull’idea di Spalletti, che sta provando a rimettere in ordine una situazione tattica drammatica, ripartendo dal 4-2-3-1 senza neanche avere abile e arruolabile Mauro Icardi, capitano e soprattutto bomber dell’Inter. Così com’è assente Cristian Ansaldi, il che porta l’Inter a giocare – ancora – con Yuto Nagatomo ed Eder titolari.

IL MERCATO DA SBLOCCARE – Nel frattempo, dopo un lungo summit con la proprietà cinese, Walter Sabatini e Piero Ausilio tornano a lavoro per regalare altri innesti a Spalletti. Dal Suning Group erano attesi gli OK per ultimare trattative imbastite da tempo, ma per accelerare il tutto forse sarà necessario pagare direttamente le clausole rescissorie: dopo Borja Valero, dalla Fiorentina è in arrivo anche Matias Vecino per il centrocampo, mentre da Nizza si attende Dalbert come nuovo terzino sinistro. Nei prossimi giorni sono attese importanti novità anche per l’attacco, dove Keita Baldé della Lazio è il nome immediato, Yann Karamoh del Caen quello futuribile e Patrik Schick della Sampdoria – per ovvi motivi – quello “a rilento”. Il tutto senza dimenticare che la cessione di Ivan Perisic al Manchester United potrebbe sbloccare in maniera importante il mercato dell’Inter, che aspetta grosse novità da casa Paris Saint-Germain: non solo Angel Di Maria sul taccuino. Ah sì, si diceva di Lione, Bayern e Chelsea: attenzione anche alla questione mercato oltre alle partite in sé, dato che il difensore Mouctar Diakhaby e soprattutto il centrocampista Arturo Vidal (in entrata), ma anche l’ala Antonio Candreva (in uscita) potrebbero rientrare nei discorsi tra le tre avversarie e l’Inter, che dovrà concretizzare i veri colpi sul mercato. Forse è una notizia: 24-31 luglio 2017, la settimana della svolta definitiva in casa Inter, tra ICC e mercato.