Inter, incubo Verona dopo la sosta: si ripete un pericoloso 5-0

Articolo di
22 marzo 2018, 22:20
Icardi Škriniar Perišić Inter-Atalanta

L’Inter di Spalletti dopo la sosta non avrà una ripresa semplice come qualcuno vorrebbe far pensare: l’appuntamento pre-pasquale prevede l’arrivo a Milano dell’Hellas Verona, che vorrà riscattare il trattamento subito dai nerazzurri di Bergamo. Occhio ai “5-0”

DAL CHIEVO… – Lo 0-5 di Genova contro la Sampdoria non è un risultato nuovo per la stagione dell’Inter, che con lo stesso punteggio liquidò in casa il ChievoVerona: in quel 5-0 brillò Ivan Perisic con una tripletta, di Mauro Icardi – autore di ben quattro gol contro i blucerchiati – e Milan Skriniar le altre due reti. A distanza di tre mesi e mezzo, quell’Inter-Chievo è diventato un punto di non ritorno per la stagione nerazzurra: ultima vittoria del 2017, ultima vittoria fino a metà febbraio (2-1 contro il Bologna), ultima rete di Perisic proprio fino al lunch match di domenica scorsa. In poche parole: dopo aver raggiunto l’apice stagionale contro il Chievo, l’Inter ha iniziato il suo vertiginoso crollo, perdendo la vetta appena trovata e rischiando di uscire dal giro utile per la Champions League, vero obiettivo stagionale assolutamente da non fallire.

…ALL’HELLAS – Adesso, dopo la sosta per le nazionali, la storia potrebbe ripetersi: l’Inter ha ritrovato se stessa con la clamorosa prestazione ai danni della Sampdoria, contro cui anche Icardi – a digiuno da un mese e mezzo – è tornato al gol, e riceverà in casa l’altra gialloblù di Verona. L’Hellas Verona a sua volta viene dallo 0-5 casalingo con cui l’Atalanta l’ha costretta a restare nella zona retrocessione, da dove però potrebbe risollevarsi facilmente con un risultato positivo sfruttando l’andamento altalenante delle altre squadre nella stessa situazione di rischio. Impossibile, stavolta, fallire nuovamente e sprofondare nel caos: Luciano Spalletti sta preparando metà rosa all’appuntamento, l’altra tornerà dopo le amichevoli internazionali. Un solo obiettivo: bissare il successo di Genova, nonostante quel pericoloso “5-0” che si ripete.







ALTRE NOTIZIE