Dove può fare la spesa l’Inter? Discount o negozio di lusso?

Articolo di
16 giugno 2015, 09:02

L’Inter di Erick Thohir è alle prese con la campagna di rafforzamento estiva. Come sempre avviene in questo periodo sale l’asticella delle aspettative dei tifosi pronti a sognare in grande sotto l’ombrellone. Scudetti, coppe, vittorie contro avversari storici…tutto fa parte delle ambizioni e delle speranze che ogni appassionato può coltivare in questo periodo di tintarella e bagni al mare. In società, però, si lavora per cercare di trasformare i sogni in realtà, le aspirazioni in programmi concreti. Tutto passa da una domanda fondamentale: quest’anno l’Inter si rivolgerà ad un “hard discount” oppure ad una “boutique di lusso” per acquistare i suoi giocatori? Il nodo è sempre lì e Thohir deve scioglierlo a breve.

SPESALa capacità di spesa per l’Inter è un punto di partenza imprescindibile: è inutile accostare nomi altisonanti se le intenzioni della società sono diverse. In questo la stampa nazionale non aiuta certo il tifoso che ogni mattina legge i quotidiani ricevendo la solita dose di informazioni tutte da verificare. L’unico dato che conta è quanto Thohir sia disposto a mettere sul piatto. Una volta stabilito il budget è semplice capire a quale negozio rivolgersi. Come capita con l’abbigliamento, è possibile trovare buoni articoli anche a prezzi scontati, vuoi perchè con qualche difetto o semplicemente perchè passati di moda. Ottimi capi, però, che possono egregiamente stare nell’armadio di chiunque. L’Inter deve probabilmente riuscire a scovare questo tipo di occasioni, più da hard discount che da negozio di alta moda. Forse non è ancora arrivato il momento di avvicinarsi alle boutique “griffate” che vendono i loro prodotti a prezzi esorbitanti. Ora arrivano i saldi ma bisogna essere pronti a sfruttarli, nei primi giorni come facciamo tutti noi. Il 5 luglio deve essere la data entro cui Mancini deve sapere su chi poter contare per la prossima stagione. Ad inizio ritiro è bene che gran parte dei giochi siano fatti, anche se presi al discount.

CORAGGIOThohir deve avere il coraggio, e con lui la società, di non illudere la tifoseria. Basta parole e proclami. E’ il tempo di dare nuovamente lustro alla maglia nerazzurra andando a pescare giocatori fieri di indossarla, giocatori pronti a dare l’anima per la causa nerazzurra. Forse è più probabile trovarli all’hard discount, forse è più probabile riuscire a trovare persone davvero motivate in quelle realtà in cui non sono attualmente valorizzate. A volte spendere poco ma bene è meglio che spendere tanto e male.

I tifosi nerazzurri saranno sempre da boutique di lusso, questo è chiaro. La società e il suo management sono da boutique di lusso, ed è altrettanto chiaro. I giocatori sono da boutique di lusso? Alcuni si (Icardi su tutti), alcuni meno, altri proprio no. Non importa: alla fine quello che conta è che siano tutti, dal 5 di luglio, da Inter! Se lo ricordi mr. Thohir, se lo ricordi per il bene della squadra e del suo straordinario pubblico.