Yaya Touré e Jovetic in sacrificio: City pronto a tutto per Pogba

Articolo di
7 maggio 2015, 13:09
Yaya Touré

L’Inter trema, forse: il City ha messo a disposizione della prossima stagione e di un tecnico ancora incerto, un budget stellare da 350 milioni di euro. Oltre a chiedersi il Fair Play Finanziario che ruolo avrà in tutto questo, in casa Inter ci si domanda se davvero i citizens per arrivare a Pogba non siano disposti a sacrificare due “promessi” nerazzurri. 

E’ SEMPRE DERBY D’ITALIA… – Offerta folle sembra arrivare dall’Inghilterra, sponda City di Manchester: Kolarov, Nasri, Jovetic ma soprattutto Yaya Touré per arrivare a Pogba. Tutti giocatori interessanti per la Vecchia Signora, a caccia di un trequartista come il francese nel rombo di Allegri, di un terzino sinistro in alternativa ad Evra nonostante il buon Padoin, di una forte punta visti i destini in bilico di Llorente e Tevez e di un erede di Pogba. Quest’ultimo potrebbe avere esattamente 10 anni in meno, essere “promesso sposo” degli eterni rivali e sbarcare clamorosamente a Torino. Scenario fantacalcistico, ad oggi, ma il City ha il coltello dalla parte del manico e la Juventus ovviamente non disdegnerebbe ovviamente Yaya Touré, ingaggio permettendo. L’Inter è forte di un accordo verbale con l’africano, soprattutto di un rapporto strettissimo con Mancini che può contare sulla volontà del giocatore di provare l’esperienza italiana, nella Milano nerazzurra. Ma il mercato è imprevedibile, con le sue leggi non scritte e gli scenari più impensabili: anche Jovetic resta l’obiettivo n.1 in attacco, non dovesse arrivare Dybala e così da comporre accanto a Icardi una coppia da Scudetto. In tuto questo, una domanda sorge spontanea visto il tema di grande attualità e che riguarda da vicinissimo l’Inter: ma, il fair play finanziario?