TS: “Non solo Touré, Mancini chiede anche Skrtel e Leiva”

Articolo di
25 maggio 2015, 13:29
skrtel

Dopo essere riuscito a convincere il presidente Thohir a fare un grosso sacrificio economico per mettere sotto contratto Yaya Touré (spetta adesso alla società trovare l’accordo sia con il Manchester City che con l’entourage del giocatore) l’allenatore dell’Inter Roberto Mancini sembra essere più deciso che a chiedere anche un centrale d’esperienza e un mediano da piazzare davanti alla difesa in grado al tempo stesso di far ripartire l’azione.

DUE POSSIBILI COLPI – Secondo quanto riporta Stefano Pasquino di “Tuttosport” i primi candidati per ricoprire questi due ruoli sarebbero Martin Skrtel e Lucas Leiva del Liverpool che d’altro canto la dirigenza dei Reds inserirebbe molto volentieri come parziali contropartite (insieme ad un conguaglio di almeno 10 milioni) per arrivare a Mateo Kovacic che potrebbe essere sacrificato sull’altare del Fair Play Finanziario proprio per far posto al campione ivoriano per il quale il club di Corso Vittorio Emanuele II dovrà sborsare una cifra tra i 10 e i 20 milioni di euro per quanto riguarda il cartellino. Il difensore slovacco classe ’84 viene considerato come l’esempio perfetto di giocatore in grado di garantire al reparto arretrato quel giusto mix d’esperienza, forza fisica e carisma, anche se negli ultimi anni ha dimostrato di essere tutt’altro che perfetto dal punto di vista difensivo a causa di diversi errori di distrazione e di carenze dal punto di vista tattico. Discorso molto simile per quanto riguarda il mediano brasiliano, leggermente migliore di Gary Medel in fase d’impostazione ma al tempo stesso anche molto meno “mobile” e deciso quando si tratta di rubare il pallone agli avversari. Insomma, due possibili acquisti che potrebbero certamente dare il loro contributo alla causa senza però aiutare la squadra a fare il salto di qualità che si chiede per la prossima stagione, motivo per quale appare molto difficile (per non dire impossibile) che i nerazzurri possano addirittura arrivare a dare via il numero 10 croato per arrivare a loro.