TS: “L’arrivo di Falque dipenderà dal modulo, Fekir…”

Articolo di
19 maggio 2015, 15:29
Iago Falque

Dopo il mancato arrivo di Paulo Dybala il direttore sportivo Piero Ausilio è alla ricerca di un’attaccante che possa sostituire Lukas Podolski e completare il reparto insieme a Rodrigo Palacio e Mauro Icardi. Negli ultimi giorni sono in forte crescita le quotazione di Iago Falque autore finora di un’ottima stagione con la maglia del Genoa ma il suo arrivo sembrerebbe essere fortemente legato al possibile modulo che Roberto Mancini proporrà.

FALQUE O FEKIR – Lo spagnolo viene infatti considerato come un esterno offensivo, utilizzabile quindi in un 4-2-3-1 o in un 4-3-3 mentre ci sarebbero dei forti dubbi per quanto riguarda le sue abilità da seconda punta nel caso in cui il Mancio decidesse di proseguire con il rombo. Senza poi dimenticare che il presidente dei rossoblu Preziosi non sembra al momento essere disposto ad accettare meno di 10 milioni di euro cash per il suo cartellino, una cifra considerata al momento troppo alta per un venticinquenne alla sua prima stagione veramente positiva (e il fatto stesso che preferisca partire dalla destra per accentrarsi e tirare di sinistro, proprio come Shaqiri, potrebbe creare qualche problema di convivenza con lo svizzero). Da questo punto di vista l’ideale sarebbe un calciatore in grado di giocare indifferentemente sulla fascia ma anche più vicino alla porta: identikit che descrive perfettamente il talento dell’Olympique Lione Nabil Fekir per il quale però bisognerà sborsare come minimo una ventina di milioni per convincere il presidente Aulas a lasciarlo partire.