Triolo: “Calleri a Bologna, via Inter, per merito di Osvaldo”

Articolo di
11 dicembre 2015, 15:39
Jonathan Calleri Boca Juniors

Il giornalista di Sky Sport Rosario Triolo ha raccontato qualche piccolo aneddoto riguardo il probabile nuovo acquisto dell’Inter Jonathan Calleri, sottolineando come il destino del giovane attaccante sia strettamente legato a quello di un altro ex nerazzurro, ovvero Pablo Daniel Osvaldo.

NESSUN FAVORITISMO – «Il destino di Jonathan Calleri è fatto di incroci: la storia di questo ragazzo, talento in arrivo in Italia dal Boca Juniors, è direttamente collegata a Carlos Tevez; come lui è cresciuto nelle giovanili dell’All Boys. Tra i suoi allenatori c’era anche il padre che non credeva molto in lui ma godeva di grande rispetto all’interno del club. Non lo faceva giocare ma gli permetteva, pur senza far pressioni sulla dirigenza, di rinnovare il contratto ogni volta che arrivava alla scadenza. La mamma Bettina, uno dei pilastri della vita di Jonathan, litigava spesso con il marito chiedendogli invano di farlo giocare. Furono altri a dare fiducia a Calleri».

SI PARTE DA BOLOGNA – «Il giorno in cui tutta la Bombonera era pronta ad esplodere per il secondo debutto di Carlitos Tevez è stato Jonathan a prendersi la scena. Ma la storia di Calleri è direttamente collegata anche a quella di Pablo Daniel Osvaldo: il suo malumore, il desiderio di anticipare a gennaio l’arrivo in Europa invece di giocarsi la Copa Libertadores e aspettare l’estate nasce dalla certezza del ritorno di Osvaldo al Boca, stavolta per essere titolare fisso. Lui che nella partita dell’anno contro il River Plate era stato costretto alla panchina proprio da Calleri. In questi sei mesi farà esperienza poi per Calleri è pronta l’Inter, l’ultima squadra italiana di Osvaldo. La sua storia comincerà a scriverla a Bologna con la benedizione del Dio del calcio e di Papa Francesco».