Torna il caso Icardi: cessione difficile, rinnovo dal 2017 – GdS

Articolo di
19 luglio 2016, 08:04
Icardi

Come scrive la “Gazzetta dello Sport”, il caso Icardi è tutt’altro che chiuso. La moglie-agente Wanda Nara chiede a gran voce un ritocco dell’ingaggio che l’Inter potrebbe attuare, ma solo a partire dal 2017. Nel mentre resta l’ombra della cessione che, però, sembra molto difficile

CALMA APPARENTE – “Dopo qualche giorno di calma apparente, anche perché nel frattempo l’attenzione si è spostata su Mancini, ieri il caso Icardi è tornato alla ribalta. Mentre l’argentino si trova a Portland con la squadra, la moglie-agente Wanda Nara è tornata a parlare della situazione del marito, rivendicando una promessa della società per adeguare l’ingaggio del bomber”.

CESSIONE SOPRA I 50 – “L’Inter per contro fa catenaccio, sostenendo che a Mauro è stata data la fascia da capitano e uno stipendio adeguato. Anche perché il rischio che poi la stessa situazione si possa estendere ad altri compagni diventerebbe molto concreto. Sabato scorso il presidente Thohir aveva ribadito che «Mauro è incedibile». ma la situazione resta bollente. Mauro infatti piace a diversi club e davanti a un’offerta indecente l’Inter potrebbe cedere, anche perché deve ancora piazzare una grande plusvalenza. Sotto i 50 milioni, però, i nerazzurri non si siedono al tavolo. Un elemento da non trascurare è che i cinesi di Suning vorrebbero evitare di presentarsi vendendo il capitano”.

RINNOVO “CAMUFFATO” – “Icardi però è interista vero. E la soluzione per chiudere la vicenda potrebbe stare in un adeguamento camuffato, che scatterà cioé nel 2017-18, con l’Inter che per non toccare subito il monte ingaggi – voce chiave per rispettare i paletti del fairplay Uefa – garantisce al giocatore, come successo in occasione del precedente ritocco, un «premio alla firma» (allora il bonus fu di 1,3 milioni) per coprire quello che non si era potuto dare prima”.